SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata di ieri sarebbe dovuta arrivare l’ufficialità del passaggio di Michele Canini al Napoli; si era già pattuita, con l‘Atalanta, società detentrice del cartellino del forte difensore ex Samb, il prezzo per la comproprietà dello stesso: 400mila euro.
Niente di tutto questo però. L’operazione è rimasta, almeno per ora in stand by. Motivo? All’ultimo momento sul giovane nazionale under 20 si è fiondata l’Udinese. Il club friulano sta esercitando pressioni su manager del calciatore, prospettando la sicurezza della serie A a fronte dell’incertezza in cui versa il futuro del club partenopeo, non ancora certo a quale categoria sarà iscritto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 647 volte, 1 oggi)