SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Provocazione: D’Ippolito come Moggi. Il consulente di mercato rossoblù, non era ancora stato indetto il silenzio stampa, aveva rassicurato i giornali locali che non ci sarebbero state novità in sede di mercato prima della metà del mese corrente, invece lunedì sera da Lecce e da Parma sono giunte due notizie che riguardano due giovani che il prossimo anno vestiranno la casacca della Samb: si tratta del portiere Antonio Rosati e del centrocampista Vincenzo Pepe. Sono i primi due acquisti della Samb targata 2005-’06; il primo è un estremo difensore di 22 anni, cresciuto nel vivaio della Lodigiani e reduce da tre stagioni in Salento – lo scorso 13 febbraio il portierino di Tivoli ha esordito nella massima serie, in occasione della gara interna dei giallorossi contro il Chievo (3-0), destando una buona impressione. Rosati viene a San Benedetto, con la formula del prestito, per giocare da titolare, visto che D’Ippolito non ha trovato, con il procuratore di Mancini, l’accordo per il rinnovo del contratto del portiere di Matera, il quale ci ha confessato: “Non sto a precisare quanto, ma l’offerta che la Samb mi ha fatto è stata decisamente bassa, meno della metà di quello che ho preso da gennaio allo scorso giugno. Adesso che ho chiuso con la Samb, mi guarderò intorno, posso garantire che non ho avuto contatti con il Foggia, nome che in questi giorni è stato fatto con insistenza?.
Quanto all’altro svincolato “di lusso?, il difensore Marco Taccucci, le parti si risentiranno dopo l’8 luglio, data dell’udienza sul caso Covisoc.
Vincenzo Pepe, e veniamo al secondo acquisto, è un fantasista di 18 anni che si è messo in mostra nella Primavera del Parma e che nel maggio 2004 è diventato campione d’Italia con gli Allievi gialloblù. Il giovane crociato l’ha spuntata sugli altri due calciatori scuola Parma, Mirco Stefani e Manuele Sorti, sui quali sembrava dovesse ricadere la scelta di D’Ippolito nell’ambito dell’ennesima comproprietà gratuita proposta dal club emiliano, quando lo scorso 23 giugno vennero rinnovati gli accordi concernenti Gazzola e Cornali.
Davide Ballardini, alla Primavera del Parma fino alla fine dello scorso agosto, ha avuto con sé Pepe per una ventina di giorni: “Ne ho ricavato una buona impressione – afferma il tecnico di Ravenna – un ragazzo di qualità, gioca da mezzapunta oppure da secondo attaccante. Un giovane molto interessante, ha un buon piede, calcia preferibilmente con il destro, è dotato di un buon tiro e di un’ottima visione di gioco. Credo che per la Samb si tratti di un buon acquisto?.
Interroghiamo Ballardini in merito alle speranze che nutre di trovare una panchina: “Sono sempre fermo, difficilmente la situazione si sbloccherà. Rammaricato per i ‘no’ di Cagliari e Arezzo? Il futuro non lo scelgo io dunque non posso dirmi rammaricato, spero solo che in seguito si decida per il mio bene?.
A tal proposito segnaliamo che la voce secondo cui l’allenatore romagnolo potesse risultare tra i papabili per la panchina del Pescara è stata smentita dal diesse abruzzese Andrea Iaconi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 789 volte, 1 oggi)