COMUNANZA – Sk Up Olomouc e Ook Lazarevac si disputeranno la vittoria nella dodicesima edizione del Torneo internazionale di pallavolo femminile dei Sibillini Arnaldo Prosperi che si chiude a Comunanza. Comunque vada a finire, la squadra che si aggiudicherà l’incontro decisivo entrerà per la prima volta nell’albo d’oro della manifestazione. Ma se per la formazione serba di Iljia Vujovic si tratta della prima partecipazione al Prosperi, per la squadra allenata da Jiry Teply potrebbe trattarsi della fine di un incubo, visto che dopo undici presenze e tre finali (l’ultima lo scorso anno contro lo Slavia Bratislava) Olomouc non ha ancora mai vinto l’importante torneo.
Sk Up e Lazarevac hanno concluso il girone eliminatorio ai primi due posti della graduatoria, ma mettendo in mostra caratteristiche differenti. Più quadrata e fisicamente imponente la formazione della Repubblica Ceca, più estrose e caratteriali le serbe. Volendo fare un’analisi tecnica del Prosperi 2005 si potrebbe dire che la nuova formula a sei squadre collocate in un unico raggruppamento all’italiana ha convinto, visto che alla fine è stata premiata la continuità delle formazioni più adatte ad un torneo nel quale si gioca tutti i giorni.
Si sono viste buone atlete, alcune già selezionate per le proprie nazionali juniores (ce ne erano ben sedici, un record considerando il numero ridotto di squadre in gara) anche se i tempi di Olga Potachova, Jenna Wrobl e Svetlana Gorbacheva sembrano ormai appartenere al passato. In dodici anni di Torneo dei Sibillini sono passati molti volti che successivamente sono divenuti famosi in questo sport e l’orgoglio del Comitato Torneo e del Movimento Giovanile è fatto anche di questi particolari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 714 volte, 1 oggi)