Samb calcio. Non ci capisco più niente. La credibilità è diventata un’opinione. La società rossoblu proclama lo sciopero della parola in piena estate sul quale ho già detto il mio punto di vista. Silenzio stampa poco chiaro e affatto mirato. Sull’ultimo aspetto un collega mi ha dato dello stupido perchè non avevo capito (io avevo capito eccome!) che il bersaglio era il Corriere Adriatico, le vittime altre testate colpevoli di essere… credibili e meno profetiche. Vabbè! Stamattina il colpo di scena: il Corriere Adriatico riporta dichiarazioni di D’Ippolito asserendo che per l’occasione aveva fatto uno… strappo alla regola. Proprio al Corriere Adriatico mbè! La mia mente a questo punto si ingarbuglia ancora di più e, credo, anche quella del collega che mi aveva dato dello stupido. Che fare allora? Informarsi meglio, mi pare giusto. Pare che l’avvocato D’Ippolito abbia chiamato il corrispondente del Corriere Adriatico, Luca Bassotti, per dirgli che il suo giornale deve farla finita di mettere zizzania tra le varie componenti della Samb Calcio. Ne è scaturito un articolo (scoop perché esclusivo) nel quale, non solo l’articolista non riferisce i veri (o presunti?) motivi del colloquio ma addirittura ‘attacca’ altri: “…il consulente di mercato (D’Ippolito ndd) vuole dare una risposta a tutti quelli che hanno criticato le indiscrezioni che vedrebbero Hector Alberto Ortega come il tecnico che erediterà la panchina rossoblù lasciata libera da Ballardini”. Roba da matti. Primo perché nessuno ha criticato le indiscrizioni ma semplicemente alcuni tifosi si sono espressi negativamente sulla possibile scelta per la panchina 2005-2006. Aggiungo che il sottoscritto, in qualità di tifoso, sarebbe invece contento se la Samb desse ad Ortega la possibilità di riscattarsi. Io criticai semplicemente il fatto che la notizia non era certa ma solo un’indiscrezione ed un giornale credibile, in questi casi, usa il punto interrogativo. Cosa che non aveva fatto il Corriere Adriatico. Evidentemente c’è chi punta tutto sulla credibilità, chi sulla ‘sparata’. Meglio l’uovo oggi, o la gallina domani?
Se quello che abbiamo letto oggi sul giornale anconetano è vero, sia Bassotti che D’Ippolito (se voleva veramente chiarire qualcosa con una testata giornalistica doveva farlo in camera caritatis non pubblicamente. In questo momento.), non hanno avuto un comportamento corretto nei riguardi di tutti gli altri organi di informazione. O no?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 76 volte, 1 oggi)