SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il lungomare sud, S.Benedetto scopre anche il nuovo volto di Viale Secondo Moretti, di via Paolini e del Viale delle Palme. Il tratto est del ‘salotto’ cittadino sarà inaugurato sabato prossimo, ad una settimana esatta dal taglio del nastro di Viale Rinascimento. “E’ un’opera che parla da sola” ha affermato il sindaco Martinelli illustrando l’intervento alla stampa. “Si tratto di un altro grande obiettivo raggiunto dall’Amministrazione, portato a termine molto prima del previsto. Infatti, da contratto i lavori dovevano concludersi il prossimo novembre”.
Il primo cittadino si è soffermato sulle critiche mosse nei mesi scorsi all’intervento, in particolare sulle nuove palme, che hanno sostituito gli ‘indimenticati’ oleandri: “Con la fresatura la pavimentazione è stata resa completamente agibile. Riguardo agli oleandri tagliati, ribadisco che quelli sani sono stati trapiantati in altre zone della città. Sfido chiunque a dire che il nuovo arredo di Viale Moretti non è meglio di quello di prima”.
“La riqualificazione che stiamo portando avanti è motivo di vanto e orgoglio per l’Amministrazione. Siamo convinti d’aver fatto un buon lavoro, il giudizio spetterà poi alla gente. Chi vivrà vedrà”.
L’assessiore Gabrielli ha sottolineato l’importanza dell’opera sul piano della ‘promozione’ turistica della città: “Ambiente e riqualificazione oggi sono diventati aspetti fondamentali dell’offerta turistica. Spero che gli operatori privati seguano l’esempio dato dall’Amministrazione. Il turismo non è più solo numeri ma soprattutto qualità dei servizi offerti”.
L’assessore all’ambiente Latini ha posto l’accento sul coinvolgimento dei commercianti per la realizzazione dell’opera, che hanno condiviso con l’Amministrazione soluzioni progettuali per rendere il viale più “bello e appetibile”.
L’assessore Poli ha rilevato la situazione “disastrosa” dei sottoservizi che ha causato molte difficoltà in corso d’opera: “E’ stato necessario mettere a punto la separazione delle acque bianche e nere e sistemare la rete idrida ed elettrica”.

L’OPERA
L’area interessata dalla riqualificazione comprende il tratto est di viale Secondo Moretti, un tratto di viale Paolini e di viale delle Palme per una superficie totale di circa mq. 3800.
I lavori sono consistititi nello smantellamento della vecchia superficie (una normale strada chiusa al traffico da tanti anni), la realizzazione dell’intera rete fognante bianca e nera, il rifacimento della rete idrica, di quella elettrica, la pavimentazione, l’impianto di pubblica illuminazione, gli arredi. Il tutto per un costo di 800.000 euro, interamente a carico del bilancio comunale.  
Per la pavimentazione, è stato usato il porfido nel tratto che va da via Gramsci al sottopasso ferroviario ed in via Paolini, mentre sono stati posati cubetti di trachite rosa di Sardegna dal sottopasso ferroviario fino alla Rotonda, oltre a motivi decorativi realizzati con cubetti di marmo Carrara e Trani. Per l’arredo a verde, sono state messe a dimora 44 palme del genere “washingtonia filifera?, di cui 22 nel nuovo tratto e 20 nell’isola pedonale ad ovest di via Gramsci, con la sostituzione di 5 lecci a fine ciclo vegetativo e di alcuni oleandri malati, sostituiti da altri esemplari più giovani. 

E’ stata completamente rinnovata anche l’illuminazione, sia nelle linee che nei corpi illuminanti. Nel tratto che va da via Gramsci al sottopasso ferroviario è stato utilizzato lo stesso tipo di illuminazione esistente sul lato ovest, mentre nella restante parte sono stati installati corpi illuminanti a luce indiretta della ditta “Thorn?, importante società danese di livello internazionale. Lo stesso tipo di illuminazione è presente in diverse capitali europee. Circa gli elementi di arredo, sono stati utilizzate panchine in tondino di ferro, zincate e verniciate, e cestini uguali a quelli installati in precedenza. La qualità e le caratteristiche del materiale sono tali da richiedere poca manutenzione. Da evidenziare, nell’ambito dell’intervento, anche la ristrutturazione del sottopassaggio ferroviario con nuova illuminazione, pulizia, tinteggiatura, impermeabilizzazione e installazione di impianto televisivo a circuito chiuso per scoraggiare i vandali. Da notare una “chicca?: il mosaico, raffigurante un cuore a forma di sole, collocato sul basamento di una grande palma che abbellisce il viale, omaggio alla città dei ragazzi disabili del “Cediser – L’Arcobaleno?.

L’opera verrà inaugurata sabato 2 luglio, con una cerimonia in programma alle ore 18. Il programma prevede, alle 18, l’intervento del Sindaco con il tradizionale taglio del nastro e, alle 18,30, la premiazione del concorso di eleganza delle auto storiche che, dal primo pomeriggio, saranno esposte lungo tutto il percorso pedonale riqualificato. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione auto storiche e il club di auto e moto storiche “Picenum?. 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.004 volte, 1 oggi)