CASTELLAMMARE DI STABIA – Con la scelta di Salvatore Vullo come allenatore, già iniziano a crearsi degli scenari che lasciano presagire ad un campionato sia in c2 (o in c1; il club campano ha inoltrato richiesta per essere ripescato, ndr) di altissimo livello. Ora tocca a Pannone (ammesso che resti) riempire quei tasselli di un mosaico che potrà rivelarsi vincente a Maggio 2006.Salvatore Vullo è un tecnico indubbiamente da piazza alta in C1 , avendo vinto anche un campionato con i lupi irpini nell’anno 2002/2003, mettendo in risalto e valorizzando calciatori che anche oggi sono richiestissimi in C1 e in serie B: Capparella, Biancolino, Molino, Marra, Morfù, Ignoffo, Cinelli, Pellicori, Pignalosa, tanto per citarne alcuni. Quindi visto con quali calciatori giocava si vede che non disdegna, anzi non ha mai disdegnato il calcio champagne, e guarda caso ha tutte le caratteristiche che il presidentissimo Paolo D’Arco cercava: ama il gioco divertente, alterna la difesa sia a tre che a quattro durante l’incontro, risultando così uno dei pochi allenatori a saperlo fare in queste categorie, ama avere gli esterni alti, ama il gioco di rimessa, ma soprattutto utilizza attaccanti velocissimi sulle fasce, rapidi a decentrarsi e a andare in gol, o far segnare l’ariete di turno Ambrosi. Il modulo che adotta spesso è il 4-3-3, ma non disdegna di giocare anche alla ‘Raffaele’ con il 3-4-1-2, modulo tanto caro alla Torcida Stabiese.Ora comunque, non resta che vederlo all’opera già dalla prima fase del ritiro, dove si potranno carpire i suoi segreti e vedere finalmente una Juve Stabia che gioca a calcio.

Fonte: juvestabia.info

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)