ACQUAVIVA – L’amministrazione comunale precisa l’uso della Fortezza da parte dei privati in occasioni di feste, banchetti o cerimonie. Nei giorni scorsi infatti il presidente dell’associazione Palio del Duca di Acquaviva Nello Gaetani aveva rilasciato un comunicato stampa riguardante la gestione della Fortezza.
“A seguito di alcune richieste informali avanzateci da ristoratori e albergatori della riviera, ci corre l’obbligo precisare quanto segue – si legge nella nota dell’amministrazione acquavivana – Il monumentale complesso fortilizio acquavivano non è a disposizione di chiunque ne richieda l’uso per banchetti, cerimonie, feste o altre manifestazioni, di carattere privato, ma luogo ideale in cui le associazioni locali possono svolgere le loro iniziative, previa richiesta a codesta Amministrazione, proprietaria del monumento e delle aree di pertinenza. Ciò per ovvi motivi di regolarità autorizzative e d’opportunità nell’utilizzo del patrimonio monumentale in parola?. Non sarà possibile, precisano dal Municipio, che un’associazione privata gestisca la struttura senza un eventuale accordo scritto con la stessa amministrazione comunale.
“L’amministrazione comunale è da sempre ben disposta a concordarne un uso diverso anche in particolari situazioni o contesti quali quelli che possono dare un concreto apporto in termini di visibilità e conoscenza della nostra cittadina, a tutto beneficio dell’indotto turistico – precisa la nota – L’equivoco probabilmente nasce a seguito della pubblicazione di alcuni articoli apparsi sulla stampa locale in cui veniva divulgata un’iniziativa dell’associazione “Palio del Duca?, attiva da sempre nel campo delle rievocazioni storiche locali?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)