ANCONA – *Avevo dichiarato chiusa la polemica circa il mancato invito all’inaugurazione del nuovo lungomare di San Benedetto del Tronto perché ritengo che, seppur tale episodio risulti essere grave, possano capitare sviste dovute a superficialità o a semplici errori. E’ stupefacente, invece, che il Sindaco Martinelli questa mattina, attraverso la stampa locale, torni sull’argomento mentendo, ben sapendo di mentire. Tale atteggiamento da naturalmente adito al sospetto che la cosa non sia stata soltanto uno spiacevole incidente di percorso, così come il sottoscritto lo aveva definito, ma una pensata “epurazione politica? nella migliore tradizione del Centrodestra nostrano.
Il Sindaco Martinelli dice solo bugie, sulle quali chiedo, se vuole (insieme a testimoni), la verifica attraverso il controllo di tutti i protocolli della Regione al fine di accertare se tale invito sia mai arrivato: si scoprirebbe che esso non ha mai varcato la soglia della Regione ne tanto meno di casa mia.
La cosa più spiacevole di queste menzogne, però, sta nel fatto che si sia addirittura coinvolta la mia segreteria particolare.
Mi pare il caso, quindi, di ricordare al Sindaco che è stata mia premura telefonare, nella tarda serata di venerdì, ad un suo assessore con cui intrattengo relazioni amicali, per verificare se il sottoscritto fosse stato invitato all’inaugurazione in questione. L’onesta risposta dell’assessore interpellato è stata chiara: “Degli inviti se ne occupa direttamente il signor Sindaco?.
Questa è la verità, ed è per questo che ritorno con molto rammarico sull’accaduto dato che non è mio costume aprire contenziosi sull’effimero o sui tagli di nastro, mi interessa di più il concreto; capisco però che, in una situazione dove le istituzioni hanno bisogno di riaffermare la propria credibilità, anche i rapporti tra le istituzioni stesse sono importanti.
Se poi il Centrodestra ed il Sindaco di San Benedetto del Tronto, famoso per cambiare settimanalmente assessori della propria Giunta, coglie l’occasione delle inaugurazioni per fare solitari comizi elettorali, ed invita solo chi ha la compiacenza di ascoltarlo, facesse pure perché rafforza in noi, e nell’opinione pubblica sambenedettese, la convinzione che tra un pò di mesi questa Amministrazione comunale dovrà essere cambiata.
In conclusione voglio ribadire la mia idea sul lungomare sud di San Benedetto del Tronto inaugurato sabato scorso, che ritengo sia
– una bella opera;
– progettata da un ottimo professionista;
– gestita da una pessima Amministrazione comunale e da un Sindaco al quale consiglio un corso accelerato di formazione sulle corrette relazioni istituzionali.
* Luciano Agostini, vicepresidente Regione Marche e assessore regionale al turismo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 721 volte, 1 oggi)