LANCIANO – Sono ore decisive queste per il futuro del Lanciano. Il direttore generale, Domenico Genovese dovrebbe definire il passaggio definitivo dell’attaccante, Di Gennaro alla corte di mister Monaco. Con il Ferentino c’è un’intesa di massima che andrà definita nei particolari. La potente punta è stato il giocatore rivelazione del campionato di Cnd girone H di questa stagione dimostrando grande forza fisica e potenza che lo hanno portato al titolo di capocannoniere. A Lanciano, Di Gennaro, dovrà trovare serenità ed equilibrio condizioni necessarie affinché riesca a tenere sotto controllo un carattere che lo porta spesso a eccedere in comportamenti sopra le righe. La prossima settimana invece, Genovese concluderà il passaggio di Lucas Correa (ex Rosario Central) e Alejandro Lalli. Il primo è un giocatore già pronto per il campionato di C1. Estroso e dotato di una buona tecnica, Correa potrebbe esplodere in questa stagione. Il Lanciano ci punta molto il perchè lo dice lo stesso Genovese: “il ragazzo ci porterà in dote una buona tecnica, grande visione di gioco ed una capacità sopraffina di calciare palloni da fermo. Una condizione questa che ci ha visti deficitarii nelle scorse stagioni”. E Lalli? E questo un elemento ancora grezzo che il Lanciano potrebbe curare e raffinare. L’arrivo di questi tre ragazzi dovrebbe innescare poi una girandola di movimenti che farebbero approdare in rossonero i giovani ascolani Gaeta, Carboni e Ciotti e il trasferimento di Movilli e Nassi. Il primo è in predicato di passare al Pescara mentre sul secondo sembra ci sia l’interessamento dell’Ascoli. Quest’ultima anche la scorsa stagione aveva sondato per portare il capitano rossonero nelle Marche ma poi non se ne fece niente. Da definire anche le posizione dei giocatori in comproprietà. La buona stagione di Calà Campana con la maglia del Lanciano suggerisce ai manager rossoneri di trattenere il siciliano per un’altra stagione. L’accordo con il Teramo è vicino e questo eviterebbe il ricorso alle buste. Daniel Chafer si è trasferito a Gubbio dove ha trovato un ambiente idoneo e vorrebbe restare in Umbria. Il Lanciano non farebbe obiezioni per lasciarlo ed anche in questo caso l’accordo tra le società sarebbe ad un passo.
Fonte: il tempo.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 373 volte, 1 oggi)