ANCONA – Un tragico venerdì ha funestato l’esistenza di due giovani sambenedettesi.
Il ventinovenne Matteo Giacomozzi – studente alla facoltà di ingegneria dell’Università di Ancona – è morto stroncato da un infarto mentre stava facendo footing con la sua ragazza, V.S.
I due giovani erano ad Ancona per impegni scolastici e venerdì 24 giugno, dopo cena, sono andati a fare footing.
Durante la corsa Matteo ha iniziato ad avvertire forti dolori all’addome e pochi minuti dopo è caduto a terra, perdendo i sensi. Immediati i soccorsi da parte della sua ragazza, la quale – laureata in medicina – ha tentato in tutti i modi di rianimarlo. Inutile anche l’intervento dell’autoambulanza accorsa sul posto, la quale non ha potuto che diagnosticare il decesso. Una morte assurda per un giovane dell’età di Matteo, le cui cause saranno accertate con l’autopsia.
Ieri notte, presso la parrocchia di San Filippo Neri, si è tenuta un veglia funebre per salutare Matteo e domani mattina avranno luogo i funerali del ragazzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.513 volte, 1 oggi)