SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Chi prenderà il posto di Ballardini? I giorni passano e l’attesa per conoscere il nuovo nome dell’allenatore rossoblù cresce fra i tifosi. L’avvocato Vincenzo D’Ippolito, deus ex-machina del mercato della Samb, indica in un terzetto di tecnici il papabile a vestire la maglia rossoblù per il prossimo anno: il primo nome è dell’italo-argentino Hector Alberto Ortega, il secondo è di Massimiliano Allegri, il terzo di Massimiliano Bollini.
Secondo D’Ippolito i tre tecnici hanno le stesse possibilità di essere il prossimo allenatore della Samb. Ortega, classe 1954, ha dalla sua parte la stima dello stesso D’Ippolito, la propensione al gioco offensivo e un feeling particolare, date le origini, all’impiego di giocatori sudamericani, che lo stesso consulente di mercato stima per le doti tecniche e per la ricerca delle giocate ad effetto (vedasi Leon, Bogliacino, Da Silva).
Massimiliano Allegri, classe 1967, viene da una discreta esperienza alla Spal, squadra che ha condotto alla soglia dei play-off. Meno offensivista di Ortega, le sue squadre non disdegnano le ‘bollicine’ anche se, da italiano, il bel gioco, per lui, deve essere propedeutico al raggiungimento dei risultati.
Alberto Bollini è un tecnico di scuola Lazio (ma nel 1996-97 ha anche allenato il Modena in C1), dove ha allenato la squadra Primavera (nel 2000-01 in squadra con lui c’era un giovanissimo Evacuo). Negli ultimi due campionati Bollini ha allenato l’Igea Virtus (C2) e lo scorso campionato a Valenza, sempre in C2, dove però è stato esonerato lo scorso mese di marzo dopo due sconfitte consecutive, nonostante il quarto posto in classifica. Su di lui c’è anche l’interesse della Fermana di Battaglioni.
Ad ogni modo non sembra risolversi la controversia che lega l’ex tecnico della Samb Ballardini, la società rossoblù e il Cagliari Calcio. Dopo che Ballardini ha dichiarato “se fossi Cellino non accetterei le condizioni di D’Ippolito?, abbiamo contattato telefonicamente il consulente di mercato che, sorpreso dalle parole del tecnico di Ravenna, ci ha detto: “Non penso che Ballardini sia a conoscenza delle nostre condizioni. Ad ogni modo non stiamo chiedendo nulla di eccezionale al Cagliari?.
Scusi, ma dalla situazione sembra che il Ballardini si sia un po’ montato la testa, per usare una frase gergale?
“Questo lo dite voi. Da parte mia posso assicurare che negli ultimi due o tre mesi da parte di Ballardini ho visto dei comportamenti strani. È cambiato?.
Alla porta, per l’ex tecnico della Samb, ci potrebbe essere un ritorno di fiamma del Parma, squadra dalla quale la Samb lo scorso anno lo prelevò.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 781 volte, 1 oggi)