SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mattia Grassani, l’esperto avvocato che difenderà, insieme al commercialista Marco Fraticelli, la Samb il prossimo 8 luglio in merito alla vicenda Covisoc e che sta difendendo il Genoa di Enrico Preziosi dall’accusa di aver comprato alcune partite del campionato di B appena terminato, dice la sua in merito alla ‘calda’ estate che si profila per il mondo del calcio: “Tra serie A e C2 anche questa estate salteranno almeno un 10% di squadre: a conti fatti, visto che ci sono 135 club professionistici, si libereranno 15 posti. Le situazioni più gravi? Non posso fare nomi, ma di certo qualcuno… all’obitorio andremo a trovarlo. Il pianeta calcio è al corto circuito – spiega Grassani senza mezzi termini – è oggettivamente al rischio di un collasso da molto mesi: si spende il triplo di quanto si incassa. Ma mi sento di sposare in pieno la politica di rigore messa in atto dalla Federcalcio. La tolleranza zero è l’unica percorribile, ed è la strategia giusta. Ed è un bene che quest’anno si sia partito con oltre un mese di anticipo nella determinazioni dei diritti e dei campionati”.

le dichiarazioni di Grassani sono tratte da ilmessaggero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 479 volte, 1 oggi)