FROSINONE – “Cercheremo di fare meglio dello scorso anno”. Con questo biglietto da visita quest’oggi è stato presentato Ivo Iaconi, nuovo allenatore del Frosinone Calcio. Davanti a cronisti e tifosi, nella sala consiliare della Banca Popolare del Frusinate, il trainer giallazzurro fa la conoscenza con il nuovo ambiente. Presenti il presidente Maurizio Stirpe, il dg Graziani e il direttore della Banca Plocco, che anche per quest’anno ha confermato il sostegno economico alla squadra.
Le presentazioni, oltre ai ringraziamenti alla banca che ha ospitato la presentazione, le fa il patron Stirpe. “Con Iaconi ci siamo rincorsi dall’anno scorso, da quando Arrigoni andò via da Frosinone. Allora non c’erano i presupposti per un ingaggio, in quanto Iaconi era ancora sotto contratto con il Pescara. Adesso il ‘matrimonio’ si poteva fare, ci siamo incontrati e abbiamo trovato un accordo. Le motivazioni che ci hanno spinto a intraprendere questa nuova avventura sono sostanzialmente due: un’intesa a pelle e la condivisione del progetto societario”.
Dopo Stirpe è il turno di Iaconi. Poche parole, concetti chiari. “Il presidente ha illustrato il programma – esordisce Iaconi nel primo incontro da tecnico giallazzurro – e io l’ho condiviso. L’obiettivo è quello di fare meglio dell’anno scorso, non voglio creare facili entusiasmi, ma il progetto è serio e io ne sono orgoglioso di farne parte”. Dopo le introduzioni di rito, a precisa domanda, Iaconi risponde. “Per quanto riguarda il calcio mercato per ora è prematuro fare nomi. Come già anticipato dalla stampa, abbiamo acquistato Paolo Antonioli, difensore del Padova e ovviamente il nostro mercato non finisce qui. Dobbiamo coprire dei ruoli in cui attualmente siamo scoperti. Per ora possiamo anche partire sotto numero, per intervenire più avanti. In attacco abbiamo quattro ottimi giocatori; Mastronunzio ha fatto 14 reti senza rigori, De Cesare dodici e poi c’è Di Nardo, un giocatore sul quale punto molto. Però se dovesse presentarsi una buona occasione, non ce la faremo scappare”.
Continua Iaconi. “Il modulo di riferimento che cercherò di adottare prevede due mediani a sostegno di un trequartista, con una punta e due ali alte a supporto. Poi, a campionato in corso, potrei anche cambiare orientamento”. Uno dei giocatori che in passato è già stato allenato dal tecnico giuliese è Dario Rossi, in scadenza di contratto. “Stimo molto Rossi, sia come giocatore che come uomo. Mi piacerebbe lavorare di nuovo con lui, ne parleremo con la società. Per la difesa dobbiamo potenziare le corsie esterne, visto che i centrali ne abbiamo a sufficienza. Torneranno dal prestito anche Cipriani e Gargiulo, che hanno fatto bene e meritano quanto meno di essere valutati”.
Le ultime battute riguardano il girone. “La divisione verticale – ammette Iaconi – mi è piaciuta”. “Bisognerà vedere – interrompe Stirpe – chi si iscrive, solo allora si potrà pensare a come suddividere le partecipanti. Il Frosinone starà a guardare la situazione delle altre squadre, affinché siano rispettate le regole”.
Ivo Iaconi ha dato appuntamento al 14 luglio quando è previsto il raduno della squadra, prima della partenza per Fiuggi, sede del ritiro sino al 31 luglio. Iaconi si avvarrà della collaborazione di Stefano Baldoni in qualità di allenatore in seconda, di Franco Gianmartini come preparatore atletico e del confermatissimo Domenico Costantini come preparatore dei portieri.

fonte: frosinonecalcio.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte, 1 oggi)