SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non è detto che le società una volta vinti gli spareggi promozione possano accedere matematicamente nella serie superiore. È quello che accade in Serie D. Le squadre uscite vincenti dal proprio girone dei play off insieme alle formazioni trionfatrici della Coppa Italia devono attendere una graduatoria in cui verrà stabilito un ordine di successione per valutazione di titoli e meriti sportivi delle società che aspirano alla serie C2.
La graduatoria prevede una serie di punteggi secondo il bacino d’utenza (Società avente sede in capoluogo di regione, di provincia, in comune con popolazione superiore a 50 mila abitanti, con popolazione inferiore a 50 mila abitanti), il valore sportivo (Società con militanza nel campionato di serie C2 e nel campionato interregionale), meriti sportivi (Società vincente la Coppa Italia, società perdente la Coppa Italia, società classificata 2°, 3°, 4°, 5° nel proprio girone).
I meriti sportivi, inoltre, riferiti all’esito delle gare dei play off, valutazioni aggiuntive (società classificata al primo posto e perdente lo spareggio, società classificata al primo perso ed eliminata per la classifica avulsa), volume attività giovanili, meriti disciplinari, valutazione impianto, detrazioni o penalità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)