SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’incontro tra l’avvocato Vincenzo D’Ippolito ed il direttore sportivo del Cagliari Nicola Salerno non si è ancora tenuto. Almeno nella giornata odierna. Magari si farà domani, come lo stesso D’Ippolito, a Milano per risolvere la questione delle comproprietà di Maury, Di Bari, Gazzola e Cornali (se non si arriva alla risoluzione entro il 27 del mese si va alle buste), precisa: “Non ho sentito nessun dirigente del Cagliari, vedremo domani?.
Incalzato, il consulente di mercato rossoblù ci rivela che Amodio e Bogliacino, ovvero i due calciatori che da diversi giorni sono considerati prossimi al trasferimento in Sardegna, sarebbero i meno papabili a vestire la maglia della formazione di Cellino: “I due giocatori hanno altro mercato onestamente – sostiene D’Ippolito – diverse squadre di serie B ci hanno mostrato il loro interesse, ma non c’è niente di concreto, il mercato è al momento assolutamente ingessato, per tutti, nessuno escluso. E’ unicamente la questione delle comproprietà a tenere banco?.
“Quanto al Cagliari – continua l’avvocato – sarebbe positivo per noi, da un punto di vista prettamente economico, cedergli almeno un calciatore?. Staremo a vedere, in ogni caso pare assai improbabile che, Cagliari o meno, il prossimo anno i due uruguaiani vestiranno ancora la casacca della Samb.
Da Milano a Ravenna, dove Davide Ballardini si gode il mare in attesa di buone nuove. Palesa tranquillità e, almeno a parole, non è granché ottimista circa un esito positivo della trattativa intavolata con il Cagliari dalla dirigenza sambenedettese: “A mio parere – sentenzia Ballardini – è una situazione difficile da sbloccare, credo che alla fine rimarrò fermo per qualche mese, mi sembra improbabile che il Cagliari stia alle condizioni di D’Ippolito (acquistare, per ‘liberare’ il tecnico romagnolo, almeno un giocatore rossoblù, ndr). Sono cinque giorni che mi riposo, non ho sentito nessun dirigente, né della Samb, né dalla Sardegna, però, molto onestamente dico che se fossi nei panni del presidente del Cagliari mi sceglierei un altro allenatore, piuttosto che un emergente, come il sottoscritto, per ‘liberale’ il quale devi sottostare a determinate condizioni. Lo affermo nel massimo rispetto della Samb e dei suoi dirigenti che hanno tutto il diritto di fare il meglio per la propria società?.
Gli riferiamo le parole dell’avvocato D’Ippolito, poco convinto della possibilità di una ‘soluzione’ Cagliari per Amodio e Bogliacino. “Credo – risponde il tecnico ravennate – che solo se il discorso tecnico avrà una sua validità la trattativa potrebbe andare in porto, nel senso che occorrerà proporre un calciatore di valore e ad un prezzo accessibile affinché la stessa si concluda positivamente?. Dalle Marche e dalla Sardegna si resta in attesa.
Tutto fermo anche per quel che concerne il ‘nodo’ dell’allenatore. Ieri avevamo fatto i nomi di Ortega, Sala, Iacobelli e Allegri. Nulla sembra muoversi, le attenzioni della dirigenza rossoblù sono al momento concentrate sull’iscrizione al prossimo campionato di terza serie. Domani pomeriggio, alle 19, scade il termine di presentazione della domanda da inoltrare alla Lega di C, comprensiva della documentazione concernente il pagamento della relativa tassa, nonché degli emolumenti a tesserati e creditori. La Samb, nella persona di Michele Scaringella , vi ha provveduto proprio nella giornata di oggi: il team manager rivierasco infatti si è recato di persona negli uffici della Lega fiorentina per consegnare l’intera documentazione.
Una buona notizia nel mezzo di una serie di questioni intricatissime, ancora lontane dal risolversi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 725 volte, 1 oggi)