SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alle 13:30 capannelli di studenti occupavano il piazzale antistante il Liceo Scientifico “Rossetti?. Per loro il temuto esame di italiano, la prima prova degli esami di stato 2005, era alle spalle. Rilassati e per lo più sorridenti, hanno trascorso alcune ore tra Dante e lo tsunami, tra Einstein e il crollo dei regimi nazionalistici, tra il viaggio come metafora della vita e il rapporto tra Stati Uniti ed Europa. Altri compagni, a quell’ora, erano ancora nelle aule, a limare i testi e rivedere le “brutte? copie.
Quasi tutti hanno scelto l’argomento delle catastrofi naturali che, spiegano, “era abbastanza atteso?, in virtù del dramma vissuto dalle popolazioni del Sud-Est Adriatico nel Natale 2004. Anche il tema del viaggio ha ottenuto discrete adesioni.
“Ho scelto il tema della catastrofe naturale perché è più facile – spiega Francesco Gualano, sambenedettese, che frequenta il V C Generale – con i documenti che ci hanno dato in allegato era possibile seguire un percorso chiaro e delineato. In riferimento allo tsunami, ho fatto riferimento alla potenza indomabile della natura nonostante i progressi tecnici dell’uomo?. Francesco mira ad ottenere un 70/100 come voto finale, e l’anno prossimo frequenterà la Facoltà di Economia e Commercio a San Benedetto.
“Anch’io ho scelto il tema delle catastrofi naturali – spiega Giovanni Simonetti, che frequenta la V C informatica – Anche se inizialmente avevo cominciato a scrivere sul tema del viaggio. Ma stavo scrivendo senza emozione, e attorno alle 10:40 ho deciso di cambiare traccia?. Giovanni, che mira ad ottenere 80/100 e l’anno prossimo frequenterà la Facoltà di Scienze Motorie ad Urbino, spiega di non aver avuto troppe “ansie? prima dell’esame, e aggiunge che “il tema su Dante non era difficile: non occorreva averlo studiato davvero a fondo perché i documenti disponibili erano d’aiuto?.
C’è chi, comunque, ha optato per il tema sul viaggio, come Samuele Cocci (t-shirt nera e occhiali da sole scurissimi), anche lui sambenedettese: “C’erano diverse soluzioni: il viaggio come modernità in rapporto ad Ulisse, ma anche il viaggio personale, stando, magari, chiusi nella loro stanza?. Il prossimo anno lascerà San Benedetto per trasferirsi ad Urbino, dove studierà Psicologia, e intanto spera di raggiungere il voto di 75/100.
Alberta, del Liceo Scientifico Generale, ha scelto il tema delle catastrofi naturali perché “è facile essere informati su certi aspetti che sono di dibattito comune, mentre trovavo Dante molto ostico. Ho vissuto questi esami con un po’ di tensione ma i professori all’interno sono stati perfetti. L’anno prossimo anch’io andrò ad Urbino, a Scienze della Nutrizione. Per ora spero di arrivare a 80/100?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 747 volte, 1 oggi)