*La questione sullo spostamento delle bancarelle dal rinnovato tratto del lungomare non possiede certamente spunti di vedute diverse, siamo difatti convinti che il vicesindaco ed il sindaco parlino la stessa lingua e non potrebbe essere altrimenti.
Nella riunione svoltasi tra febbraio e marzo la maggioranza disse al sindaco ed agli assessori che la bancarelle dovevano trovare una diversa collocazione; da lì in poi si sono espressi i cittadini del quartiere Mare Sentina che attraverso una raccolta di centinaia di firme chiesero di non riposizionare le bancarelle nel nuovo tratto di lungomare; poi si espresse il comitato di quartiere Mare Sentina che, sempre attraverso il coinvolgimento dei cittadini, “bocciò? l’idea di riposizionare le bancarelle nel nuovo tratto di lungomare; poi si espresse l’associazione commercianti Mare Sentina che bocciò l’idea di riposizionare le bancarelle nel nuovo tratto di lungomare; poi si espresse la commissione lavori pubblici che sposò l’idea di trovare alternative diverse alla precedente collocazione di bancarelle.
Infine, nell’ultima maggioranza AI, FI, AN ed UDC, mantenendo la posizione dello spostamento delle bancarelle, ne hanno anche indicato una collocazione provvisoria nel tratto di lungomare che dovrà essere riqualificato, cioè a nord rispetto la parte riqualificata.
Il nuovo lungomare è stato fortemente voluto dai partiti, non esente da critiche; comunque sia i partiti se ne assumeranno nel bene e nel male la paternità.
*Benito Rossi – Capogruppo consiliare AN

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 642 volte, 1 oggi)