SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì o giovedì prossimi il consulente di mercato della Samb, avvocato Vincenzo D’Ippolito, incontrerà il direttore sportivo del Cagliari Nicola Salerno per valutare la situazione relativa al tecnico Ballardini. Come noto, l’ex allenatore della Samb ha ancora un anno di contratto con il club rossoblù che però agevolerà il suo approdo a società di alto livello come quella cagliaritana. La Samb, però, chiederà al Cagliari una contropartita: secondo D’Ippolito, comunque, questa non dovrebbe essere rappresentata dalla possibilità di trattenere Amodio (o eventualmente Bogliacino, calciatori da tempo osservati dal Cagliari); “Amodio è un giocatore che brilla da sé?, spiega D’Ippolito. Ad ogni modo per i due uruguaiani la situazione potrebbe sbloccarsi non prima di metà luglio.
Intanto la Samb convocherà per il ritiro estivo Nery Turcios, difensore honduregno classe 1985, quest’anno in forza al Groningen; Turcios di recente ha partecipato ai campionati mondiali under 20 (anche se la difesa dell’Honduras non è parsa, nell’occasione, eccezionale). Turcios sarà quindi sotto osservazione durante il ritiro.
“Il calciomercato si accenderà soltanto a fine luglio – spiega D’Ippolito – per il momento le società sono impegnate a risolvere i prestiti e le comproprietà. Per il giorno della partenza per il ritiro prevedo l’arrivo di alcuni giovani interessanti, ma il grosso del lavoro avverrà, per l’appunto, durante gli ultimi giorni di luglio?. Da non sottovalutare il fatto che proprio in quei giorni si movimenterà il mercato dei ripescaggi, collegato all’esclusione delle società dai campionati a causa delle inadempienze di bilancio. E sarà, proprio in quel periodo, fruttuoso pescare fra i numerosi giocatori in cerca di qualche squadra dove accasarsi.
Difficili sembrano comunque le possibilità di trattenere il piccolo fenomeno Luca Cigarini, che il Parma, dopo averlo ceduto un anno fa in prestito alla Samb, rivuole fortemente, anche in virtù dell’ottimo campionato del giovane reggiano. Nell’ambito del ritorno a Parma di Cigarini, alla Samb potrebbe essere girata la metà di Alex Gibbs (italiano nonostante il cognome nordeuropeo), classe 1984. Si tratta di un attaccante di notevole stazza fisica (è alto 189 centimetri), che a gennaio il Parma aveva promesso “verbalmente? alla Samb come sorta di premio di valorizzazione per i giovani arrivati dalla città emiliana (oltre Cigarini anche Gazzola, Cornali e Favaro).
Ma la prima mossa che dovrà compiere la Samb è la scelta del nuovo allenatore: la cerchia si stringe oramai a non più di cinque o sei nomi, con a capo Hector Alberto Ortega (tecnico votato al calcio offensivo oltre che sambenedettese acquisito), vero pupillo di D’Ippolito, e a seguire quelli di Massimiliano Allegri, Antonio Sala e Agostino Iacobelli. “Sceglieremo l’allenatore che dimostrerà di avere più stimoli?, precisa D’Ippolito. Tutto però sarà bloccato fino al 22, giorno in cui, si spera, la Samb sarà totalmente “prosciolta? dall’accusa di falsificazione del bilancio durante la gestione Gaucci.
FUNERALI VITTORIO MASTELLARINI. Alle 10 di stamattina, a Giulianova, presso la chiesa di San Gabriele, si sono svolti i funerali del padre del presidente rossoblù. Un’imponente folla ha riempito la chiesa del quartiere giuliese; tra i presenti molti rappresentanti dello staff tecnico-dirigenziale rivierasco, fra cui il responsabile di mercato Vincenzo D’Ippolito, il team manager Michele Scaringella, il responsabile del settore giovanile Tiziano Manfrin, il presidente onorario giudice Aldo Manfredi, l’addetto stampa Emidio Lattanzi, il commercialista Marco Fraticelli. Presente anche l’assessore Bruno Gabrielli.
Gabriele Mastellarini, a tal proposito, si sente di ringraziare pubblicamente la città: “Un grazie di cuore a San Benedetto, non solo a chi stamattina ha inteso presenziare ai funerali di mio nonno, ma anche a coloro i quali, mi riferisco per esempio al sindaco Domenico Martinelli o al presidente del Centro Coordinamento Club dei tifosi Livio Righetti, hanno voluto farci sentire la loro partecipazione al nostro dolore attraverso una telefonata. Ma un grazie va anche ai tanti amici della città delle palme e alla carta stampata, ai giornalisti, voi compresi, che ci hanno manifestato sinceramente il loro affetto. Siamo davvero commossi?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 750 volte, 1 oggi)