SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tra le squadre di serie C che stanno trovando grosse difficoltà finanziarie in vista dell’iscrizione al prossimo campionato – ricordiamo che entro il 30 giugno vanno depositati i documenti contabili da sottoporre all’esame della Covisoc e sottoscritta la fideiussione bancaria – ci sono il Teramo ed il Giulianova.
Il club giallorosso vivrà domani una giornata fondamentale in questo senso visto che il presidente Quartiglia, sempre più contestato dalla tifoseria giuliese, si incontrerà con il sindaco Ruffini, di ritorno da una vacanza all’estero, il quale giura di aver messo in piedi, grazie all’aiuto di diversi imprenditori locali, la cifra di 250.000 euro, da girare naturalmente al numero uno del Giulianova Calcio. Staremo a vedere.
Giorni di impasse anche nella vicina Teramo dopo il presidente Malavolta si sta arrabattando per racimolare i soldi necessari, più di un milione di euro, all’iscrizione. I più giurano che il patron biancorosso non se la stia passando per niente bene e che a tal proposito abbia avuto un incontro con l’avvocato Nisii, presidente dello sponsor Tercas, per chiedergli un sostegno economico. Lo stesso però pare abbia rifiutato mettendo in crisi Malavolta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)