Grande successo di pubblico per la manifestazione “Valdaso in fiore?, che si è svolta sabato 18 e domenica 19 Giugno, presso lo stabile dell’ex Agricop di Piane di Moresco. Sono stati due giorni all’insegna del divertimento e della buona cucina, in cui sono stati allestiti diversi stands gastronomici, dove era possibile degustare le delizie caratteristiche della Valdaso.
L’Associazione Valdaso, che ha organizzato l’evento, ha, infatti, puntato molto su questo aspetto e sulla promozione del territorio, attraverso la riscoperta delle specialità culinarie dei vari comuni appartenenti alla citata associazione.
C’era l’imbarazzo della scelta, e gli invitanti profumi, che provenivano con insistenza dagli stands, richiamavano centinaia di persone di ogni età, con un’elevata presenza di turisti italiani e anche stranieri, sotto i loro capannoni, creando code e lunghe attese nei pressi della cassa.
Ottimi i primi piatti con Pedaso e le Cozze alle vongole, Lapedona e gli Gnocchi, Force con ottime Penne ai funghi e tartufo, Altidona e la sua deliziosa Polenta ai frutti di mare ed infine Campofilone con i famosissimi Maccheroncini.
Numerosi anche i secondi piatti: il panino con la Salsiccia di Carassi, gli arrosticini di Monterubbiano, l’Agnello “co lo vattuto? di Ortezzano, i fagioli con le cotiche di Monte Vidon Combatte, il fritto e la porchetta di Moresco e le pizzette fritte di Petritoli, l’arrosto misto condito da una squisita macedonia di frutta fresca di Montefiore dell’Aso.
C’è stato spazio anche per un importante momento culturale grazie al Convegno dal titolo: “Marchio Territoriale Valdaso?, dove si sono affrontati temi inerenti al territorio e all’importanza di un marchio comune da promuovere e far conoscere sempre di più, al di fuori del proprio territorio d’appartenenza.
Si è tenuta anche nella giornata di domenica mattina la seconda fiera degli animali e il mercatino dei prodotti tipici. Nel pomeriggio gli sbandieratori e i musici di “Sciò la Pica? di Monterubbiano hanno offerto uno spettacolo, tipico della loro giostra medioevale, molto gradito e applaudito dal numeroso pubblico.
Le due serate sono state allietate dalla buona musica e dalla presenza, nella serata di sabato, della cabarettista Rosalia Porcaro in arte “la Talebana?, direttamente dagli schermi di “Zelig Circus?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 709 volte, 1 oggi)