GROTTAMMARE – Arriva l’estate e per molti scatta l’operazione dieta… ma, di fronte alle specialità offerte dalla trattoria “La Tana? di Grottammare sarà difficile dire no. Il titolare, Antonio Pirocchi, insieme alla moglie Floriana, ha ben pensato di presentare quello che sarà per molti una delizia della quale non si potrà fare a meno nella stagione estiva che è alle porte, anche per non fossilizzarsi sulle prelibatezze marinare che in tale periodo sono comunque un “must?.
Una serata all’insegna dei prodotti tipici che ha avuto il suo tripudio nell’assaggio di piatti a base di tartufo e di funghi porcini, accompagnati da ottimi e selezionati vini locali, che nella nostra zona son ben presenti. Gli ospiti della serata, tra i quali il vice sindaco di San Benedetto del Tronto, Pasqualino Piunti, ed il segretario regionale della Confesercenti, Paolo Perazzoli, hanno potuto assaggiare una serie di cinque antipasti che hanno spaziato dalle uova di quaglie al tartufo alla polenta ai funghi porcini per passare poi a due primi eccezionali (ravioli di ricotta e tartufi; maltagliati di farro con porcini e zafferano) preparati dalle mani della suocera Pina, detta ‘pastamatic’ per concludere con un filetto in padella con tartufo e porcini ed un croccantino di ciccolato, dolce la cui ricetta è stata persino richiesta da Veronelli (richiesta non accettata).
Durante la stagione estiva, un giorno a settimana, probabilmente il sabato, tali tipi di cene verranno riproposte puntualmente per dar la possibilità a molti di poter gustare un siffatto pasto: “sono ormai sette anni che gestisco tale locale – sottolinea il titolare Antonio Pirocchi – con una gestione prettamente familiare fatta di sapori che abbracciano l’entroterra marchigiano ed abruzzese. Per una cena del genere si può arrivare a spendere, bevande incluse, sui 30 € degustando dei tartufi neri, freschi, di Ripafagnano e degli ottimi fughi porcini della ditta Riti di Acquasanta. Una buona cena, magari non completa (molti si fermano ai primi), si aggira intorno ai 15-20 €?.
Non resta che mettere da parte un attimo la dieta (per chi la fa) e fare un salto alla trattoria “La Tana? dove le tipicità nostrane e la buona cucina sono di casa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)