SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna il sereno tra Davide Ballardini e la società rossoblù. Ricucito lo strappo in essere ormai da circa una settimana, per la precisione dopo la rivelazione a sorpresa (“lascio la Samb?) fatta dall’allenatore di Ravenna venerdì scorso, in occasione della festa di fine stagione a casa di Vincenzo D’Ippolito.
Oggi pomeriggio, presenti l’avvocato D’Ippolito, il team manager Scaringella, il presidente onorario giudice Manfredi e lo stesso allenatore ravennate, è andato in scena il tanto atteso confronto tra le parti, dopo l’interminabile sequela di dichiarazioni pepate griffate dai dirigenti rivieraschi nei giorni scorsi.
Mister Ballardini aveva invece preferito la via del silenzio e nel pomeriggio odierno ha spiegato ai rappresentanti del club marchigiano le motivazioni che lo inducono a lasciare, pur avendo ancora un altro anno di contratto. Il progetto biennale pensato la scorsa estate andrà a farsi benedire, ma a quanto ci dice l’avvocato D’Ippolito, le due ‘fazioni’ si sono chiarite, comprese, ‘perdonate’.
Riusciamo a parlare con il consulente di mercato rossoblù intorno alle 21, poco prima che lo stesso si rechi a cena con mister Ballardini. “Tutto a posto – conferma D’Ippolito – non posso entrare nello specifico, lo farà Ballardini domani mattina (in occasione della conferenza stampa che potrete seguire in diretta on-line sul nostro sito, ndr). Posso solo anticipare che ci siamo chiariti, abbiamo finalmente compreso le ragioni che stanno alla base della sua decisione, come del resto lui ha compreso il nostro sfogo, la reazione avuta subito dopo aver saputo della sua rinuncia a continuare con noi. Se ci ha convinto? Sì, ci ha dato motivazioni da uomo, adesso cercheremo di agevolare chi ha voluto il bene della Samb: la società accoglierà le sue dimissioni, in modo tale che sarà libero di potersi accasare da qualche altra parte. L’esperienza maturata a San Benedetto sarà per lui un’esperienza unica, ora è senz’altro più conscio delle sue capacità professionali?.
Ma a quanto pare, Ballardini non ha ancora deciso su quale panchina siederà nel corso della prossima stagione: “Non si è parlato di una sua eventuale futura destinazione, ci ha rivelato che ha ricevuto delle proposte, ma dovrà valutarle, non è escluso che rimanga qualche mese fermo e poi trovi una squadra a campionato in corso. Qualcuno lo seguirà? Può darsi, è possibile che voglia portarsi dietro qualche giocatore, ma molto dipende da dove andrà?.
Appreso che il ‘matrimonio’ tra il tecnico romagnolo ed un’altra compagine deve ancora compiersi, chiediamo a D’Ippolito se per caso Ballardini abbia loro suggerito qualche allenatore che possa fare al caso della Samb.
“No – risponde prontamente – sa bene che non ne abbiamo bisogno, abbiamo le idee chiare, ci stiamo muovendo in tal senso e dopo l’udienza della Commissione Disciplinare del 22 giugno prossimo, inizierà ufficialmente la nuova stagione della Sambenedettese. Ripeto: tra la fine del mese corrente e l’inizio di luglio saprete il nome del nuovo allenatore rossoblù?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 776 volte, 1 oggi)