Cresce la preoccupazione per il perpetuarsi di furti ai danni di artigiani installatori. L’ultimo, verificatosi lo scorso martedì nel quartiere Agraria di Porto d’Ascoli, è stato l’ennesimo atto vandalico. Le attrezzature riposte nei furgoni sono state infatti oggetto di furto da parte di ignoti riproponendo quello che è un problema piuttosto spinoso.
La Cna intende pertanto agire in una logica preventiva tramite un’informazione il più possibile capillare e rispondere con un sostegno concreto per affrontare il più possibile l’emergenza dovuta al danno subito.
“Siamo preoccupati per il perpetuarsi dei furti a danno degli installatori – spiega Maria Désirée Basili, direttrice provinciale Cna – è per tale ragione che come associazione intendiamo sollecitare il rafforzamento degli strumenti di controllo del territorio attraverso il coordinamento con le forze dell’ordine. Organizzeremo quindi una serie di incontri con queste ultime e con l’amministrazione comunale per intensificare i controlli e cercare di tutelare la sicurezza degli artigiani. In tale contesto, inoltre, la costante cooperazione con il mondo imprenditoriale rappresenta uno strumento molto importante su più versanti di interesse per le imprese: il sistematico monitoraggio, la segnalazione e l’intervento nelle aree a rischio, l’introduzione di un’assicurazione comunale per le vittime della microcriminalità e l’ottimizzazione dell’utilizzo del sistema di videosorveglianza?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 559 volte, 1 oggi)