SORA – Il fine settimana da poco concluso ha portato in dote, nello spicchio ci Ciociaria colorata di bianconero, speranze miste a veleni. La speranza, forte, quanto imponderabile, è quella del ripescaggio in terza serie, sfruttando le difficoltà economiche che attanagliano molti club di C; le polemiche sono invece quelle concernenti una presunta combine materializzatasi alla vigilia di Sora-Giulianova, sfida di ritorno degli spareggi play off.
I giuliesi, lo ricorderete, già forti dell’1-0 maturato sette giorni prima al ‘Fadini’ sbancarono il ‘Tomei’ con un perentorio 3-1. Da Sora giurano che presso l’agenzia di scommesse Snai di Avezzano prima del match in questione un gruppo di ‘fortunati’ avrebbe puntato una cifra assai consistente sulla vittoria degli abruzzesi. Il sodalizio bianconero, venuto a conoscenza dell’episodio, ha prontamente sporto denuncia contro ignoti presso la Guardia di Finanza, anche se alcuni giocatori ciociari, tra i quali Pasquale Luiso, hanno subito smentito una simile ipotesi. I tifosi (e la società) non sono però affatto persuasi, tant’è che in riva al Liri si maligna sullo scarso rendimento dei calciatori sorani nel corso della gara del ‘Tomei’. Un nome? Il portiere Ripa, il quale non sarebbe indenne da responsabilità in occasione della prima marcatura giuliese. Pare che il club di Quartiglia sia vicino all’accordo con l’estremo difensore per fargli vestire la maglia giallorossa. Facile intuire cosa pensano in proposito a Sora…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 558 volte, 1 oggi)