SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il lungomare sud ‘riapre’ finalmente al pubblico dopo un lungo e complesso intervento di restyling. L’inaugurazione dei primi 700 metri di viale Rinascimento avverrà il prossimo 25 giugno, in ritardo di un mese circa rispetto ai tempi previsti.
L’opera di riqualificazione del lungomare non è passata ‘inosservata’ agli occhi di politici, ex amministratori (come testimoniano gli interventi degli ex assessori Cava e Torquati) e semplici cittadini. Particolarmente polemica l’opposizione, che non ha risparmiato critiche alla nuova pavimentazione, giudicata pericolosa per i pedoni, e ai giardini tematici che caratterizzano le rotonde a mare realizzate lungo la passeggiata (per il capogruppo di Rifondazione Comunista, Settimio Capriotti, i giardini tematici saranno “più cemento che pietre” e la loro qualità sarà “modesta e comporterà spese di manutenzione molto elevate”). Meno severo il giudizio di sambenedettesi e turisti, che, sbollita la rabbia per i disagi causati dai lavori in corso, sembrano gradire la nuova veste ‘naturalistica’ del lungomare.
Intanto, la Giunta Martinelli ha approvato ieri, nel corso di una riunione, il progetto definitivo riguardante la seconda tranche della riqualificazione del lungomare, che interesserà un tratto di 1.200 metri fino al complesso Las Vegas (l’intervento comprenderà un tratto di viale Rinascimento, viale Scipioni e viale Europa). L’opera, che sarà analoga a quella che sta per essere terminata, sarà avviata a settembre. In realtà, l’intervento prenderà il via già la prossima settimana con lo spostamento verso monte delle palme poste sul lungomare sud, per consentire il successivo ampliamento della passeggiata pedonale. I tempi previsti per la realizzazione dell’intervento si annunciano piuttosto lunghi. Almeno fino all’estate 2006.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)