*In data odierna ho protocollato presso il preposto ufficio del Comune di San Benedetto del Tronto un documento con il quale chiedo al Sindaco e ai componenti della giunta comunale di sospendere qualsivoglia atto amministrativo relativo al secondo lotto di interventi sul lungomare della nostra città.
Tale richiesta, maturata a seguito di approfondite valutazioni sui lavori ancora in corso d’opera per il primo tratto di 700 mt. del nuovo lungomare Sud, intende sollecitare l’attuale amministrazione comunale ad esperire tutte le necessarie verifiche riconducibili al rispetto della normativa vigente in materia di accessibilità per i soggetti diversamente abili.
Essendo che la progettazione e realizzazione prevista per il secondo lotto di lavori non contempla alcuna distinta modalità d’intervento rispetto ai lavori riferibili al primo stralcio, bensì rappresenta una mera prosecuzione di quest’ultimo, ho inteso con il mio documento responsabilizzare i componenti della giunta invitandoli a tenere comportamenti atti a rimuovere ogni lacuna tecnica e sostanziale.
Permane in me più di un dubbio riguardo l’osservanza della normativa in materia di Lavori Pubblici e rispetto di tutte quelle leggi che regolamentano l’accessibilità per i soggetti diversamente abili, la sicurezza per bambini ed anziani, la fruibilità per tutti i frequentatoti del lungomare.
Nella convinzione che chi amministra San Benedetto del Tronto vorrà fugare ogni presunta inottemperanza della Legge, attraverso una più attenta valutazione su quanto richiesto e la sospensione di qualsivoglia atto amministrativo riferibile ai lavori sul lungomare, confido sul fatto che l’attuale Giunta vorrà esimersi dal deliberare.
*Dott. Luigi Cava

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 449 volte, 1 oggi)