SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Michele Canini è in Olanda con la Nazionale di mister Berrettini per disputare i Mondiali Under 20.
Ieri pomeriggio, alle 17.30, a Tilburg, gli azzurrini hanno giocato la partita inaugurale contro la Colombia, perdendo per 2-0. Il forte centrale di difesa è stato schierato sin dal primo minuto. “Purtroppo la nostra avventura è iniziata male – esordisce Canini – abbiamo perso per delle ingenuità difensive. Nel primo tempo eravamo partiti bene, poi una nostra leggerezza a metà ripresa ha permesso loro di sbloccare il risultato; a tempo scaduto hanno infine raddoppiato su un’azione di contropiede. Peccato. Speriamo di rifarci mercoledì sera (ore 20.30, ndr) contro la Siria?.
La terza partita in programma del girone dell’Italia, il gruppo E, è quella di sabato prossimo, contro il Canada. La squadra di Berrettini non dovesse riuscire a qualificarsi per i quarti di finale, già da domenica farebbe il suo ritorno in Italia. Ci sarebbe tutto il tempo, per Canini, di decidere il proprio futuro, anche se in proposito non paiono esserci molti dubbi. L’ottima stagione in riva all’Adriatico avrà di certo convinto l’Atalanta, società che ne detiene il cartellino, tra l’altro retrocessa in B, a dare fiducia al difensore cresciuto nel florido vivaio nerazzurro.
“Ero in prestito alla Samb – dice Canini – quindi credo che farò ritorno a Bergamo. Alla fine del mese o al massimo a inizio luglio saprò con certezza la mia destinazione. La B? Sarei molto felice, spero, dopo il bel campionato in rossoblù, di salire quantomeno di categoria. All’Atalanta sono di casa, giocare nel torneo cadetto con gli orobici sarebbe il massimo?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)