ASCOLI PICENO – Giunge a conclusione il progetto “Educare alla cittadinanza attiva”, che rientra nelle iniziative di promozione del volontariato svolte dal Csv Marche al fine di diffondere la cultura della solidarietà e della pace tra gli studenti delle scuole medie ed elementari dell’intera regione.
Il percorso, che nel Comune di Ascoli è sostenuto dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, si è snodato in più fasi. Dapprima si è cercato di sensibilizzare e formare i docenti sulle metodologie partecipative e sui saperi relazionali. Successivamente le associazioni di volontariato hanno offerto la loro esperienza ai ragazzi attraverso speciali e simpatiche lezioni. Il momento operativo ha riguardato, invece, la realizzazione di disegni, testi, giornalini, foto, poesie, pensieri, mostre e quant’altro possa avere attinenza con pratiche solidaristiche. I lavori così sviluppati sono stati presentati nel corso delle diverse giornate della “VI Festa del volontariato”.
Nel territorio dell’Avm del Piceno (da Amandola a Cupra Marittima) le scuole premiate sono state la media “Sacconi – Manzoni”, non solo per gli elaborati presentati dai ragazzi ma anche per la sensibilità dimostrata dagli insegnanti e dalla dirigente scolastica mentre tra le elementari l’ha spuntata la Direzione didattica di Monticelli per l’impegno dimostrato dagli allievi, dai docenti e dalla professoressa Sandrin nello sviluppo di numerose iniziative di solidarietà che hanno coinvolto le famiglie e l’intera collettività. Nel comune di Ascoli la palma del vincitore è andata alla scuola Media Luciani (seconda classificata assoluta), mentre nella zona di Amandola la medaglia d’oro se l’è aggiudicata la scuola elementare di Montefortino (anch’essa seconda classificata assoluta).
I lavori sono stati selezionati da una giuria composta dal professor Nazzareno Scarpellini, delegato dell’Avm per il territorio di Ascoli, da Marisa Bianchetti, presidente dell’Antidroga Picena, da Daniela Pignotti, coordinatrice territoriale del progetto, e dalle operatrici Francesca Mozzoni, Emanuela Acquaviva, Cecilia Bucci e Tiziana Mazzocchi, che sono andate nelle classi e hanno presentato ai bambini e ragazzi il volontariato non solo come semplice atto di bontà ma come restituzione dei diritti negati.
Hanno aderito all’iniziativa le scuole medie di San Benedetto (Sacconi-Manzoni), Porto D’Ascoli (Cappella), Ascoli (D’Azeglio e Luciani), Amandola, Montemonaco, Comunanza, Monsampolo, Pagliare e Monteprandone. Grosso coinvolgimento e partecipazione anche per le elementari di Amandola, Montemonaco, Comunanza, Montefalcone, Montefortino, Pagliare, Spinetoli, Colli del Tronto, Castorano e Ascoli (Direzioni didattiche di Via Napoli, Centro, Borgo Solestà e Preziosissimo Sangue).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 380 volte, 1 oggi)