SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche Umberto Mastellarini è intervenuto durante la conferenza stampa del pomeriggio, indetta per spiegare l’esatta posizione della Samb. Il presidente della Samb è parso molto amareggiato per la situazione che si è venuta a creare attorno alla Samb: “La Covisoc doveva controllare prima la famiglia Gaucci – ha iniziato con il solito tono combattivo – Tutti sono contro questa società! Ma questo è troppo pesante. È da settembre che lavoriamo sodo, ma ogni volta che proviamo a salire i gradini veniamo rigettati in basso. Questo potrebbe essere un colpo finale, perché sono stanco. Forse qualcuno non vuole bene a questa società.?
Mastellarini spiega anche che la Covisoc durante l’anno ha fatto visita alla Samb in diverse occasioni, senza lamentare nulla. “Sicuramente questo giornale non ha fatto del bene né a noi né alla città?. Bisogna ricordare che, seppur il pregresso della gestione Gaucci sia stato sostanzialmente coperto, ogni tanto spuntano delle partite di debiti ancora da sanare. L’ultima riguarderebbe circa 32 mila euro richiesti dalla Galex, la società di abbigliamento sportivo di Alessandro Gaucci che fatturava alla Samb… di Alessandro Gaucci.
Mario Grannò, presidente del Collegio dei Sindaci, ha precisato che “si è alzato un polverone nei confronti della Samb, una società che ha impostatom una stagione contenendo i soldi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 544 volte, 1 oggi)