ANCONA – La Giunta regionale ha presentato, in Consiglio, una proposta di legge per prorogare al 31 dicembre 2005 gli organi di amministrazione e revisione degli enti dipendenti della Regione, in scadenza nel corso dell’anno. Gli organismi interessati sono: l’Erf (Ente fieristico), gli Ersu (Enti per il diritto allo studio universitario), l’Assam (Agenzia servizi agroalimentare), l’Aptr (Azienda promozione turistica), l’Armal (Agenzia Marche lavoro), gli Iacp (Case popolari) e il relativo Consorzio regionale (Criap). Nella relazione che accompagna, in aula, la proposta di legge, si sottolinea come nel corso del 2005, in coincidenza con la fine della legislatura e l’inizio della nuova, siano in scadenza alcuni Enti. “Il programma di governo della nuova Giunta regionale – viene specificato – prevede, tra gli obiettivi prioritari da realizzare, la riorganizzazione degli enti dipendenti nell’ambito di una più ampia azione di innovazione istituzionale, organizzativa e di riordino, per garantire la massima efficacia, efficienza ed economicità dell’attività amministrativa regionale?. In attesa di procedere alla riorganizzazione, la Giunta ritiene necessario prorogarne gli organi incarica, per assicurare “la continuità operativa degli enti?. Provvedimento che va assunto con legge regionale, in quanto la normativa vigente (L.R. 34/96) non consente un’estensione dei termini in via amministrativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 479 volte, 1 oggi)