SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si svolgerà il 19, 20 e 21 agosto prossimi, il Torneo dell’Adriatico, che vedrà la partecipazione delle squadre nazionali di pallacanestro dell’Italia, della Croazia, della Grecia e della Lettonia. L’evento si terrà in tre sedi diverse, a Porto San Giorgio, dove l’Italia si allenerà e giocherà una partita, a San Benedetto che ospiterà la giornata conclusiva e in una terza città che gli organizzatori a breve ufficializzeranno.
Il torneo riveste una notevole importanza, in quanto tutte e quattro le formazioni, che vi prenderanno parte, disputeranno poi a Settembre, gli Europei in Serbia e Montenegro, che assegnerà anche i posti per il Mondiale 2006 che si disputerà in Giappone.
L’Italia si presenterà a questo torneo dopo aver sostenuto 26 giorni di preparazione in montagna e schiererà tra le proprie fila i migliori giocatori del campionato. La formazione avrà come nucleo base gli uomini, che hanno vinto il bronzo alle Olimpiadi del 2004, con l’innesto di alcuni giovani di valore assoluto, ma già affermati nelle loro società di provenienza, come il pivot della Bibop Reggio Emilia Gigli, e la guardia della Fortitudo Bologna Mancinelli, entrambi in odore di NBA, secondo gli addetti ai lavori.
Ci saranno delle manifestazioni di supporto al torneo, tra le quali probabilmente delle sfide “3 contro 3” in spiaggia. Gli allenamenti si svolgeranno a porte aperte e chiunque vorrà, quindi, potrà assistere a loro liberamente.
“Sono felicissimo d’essere oggi qui a San Benedetto – esclama Dino Meneghin, Team Manager della Nazionale – per presentare quest’importantissimo torneo. I nostri giocatori affronteranno l’impegno con il massimo della convinzione per saggiare le proprie forze in vista degli Europei di Settembre. I ragazzi devono dimostrare sul campo, che gli ottimi risultati conseguiti ultimamente, come il bronzo all’Olimpiade, non sono solo il frutto del caso. Ai giovani dico di lavorare sempre con il massimo impegno e di non stancarsi negli allenamenti, facendo tutto sempre con una gran passione ed entusiasmo, che è la base per ogni risultato futuro?.
“La presenza di Meneghin – sottolinea l’Assessore allo Sport Pierluigi Tassotti – personaggio storico del basket italiano, mi rende molto orgoglioso. Noi come amministrazione comunale abbiamo sostenuto in ogni modo la realizzazione di questo torneo, abbiamo anche approvato degli interventi al Palazzetto dello Sport, come il livellamento del terreno di gioco e la ristrutturazione del tetto, mi auguro che entro Luglio sia tutto a posto. Ringrazio il basket club P.S.Giorgio, che organizza l’evento e ci ha chiamato a collaborare con loro e mi auguro che essa possa avere un futuro, anche perché a San Benedetto la pallacanestro ha un gran seguito tra i giovani?.
“Siamo orgogliosi di venire a giocare a San Benedetto – ripete Alberto Mattioli, responsabile squadre nazionali della federazione pallacanestro – Le tre squadre, con le quali l’Italia si confronterà, sono ricche di blasone e storia. Sono sicuro che la gente di San Benedetto, al pari di quella di P.S.Giorgio, risponderà con entusiasmo. Mi auguro, infine, che nel giro di qualche anno San Benedetto torni ad essere una piazza importante per il basket?.
“Il Torneo si chiama dell’Adriatico – specifica Claudio Silvestri, General Manager della Nazionale di basket – perché l’idea è quella di allargare il territorio e di coinvolgere paesi come la Croazia e la Grecia, che si affacciano su questo mare. Rappresenta un gran ritorno promozionale per le strutture turistiche come San Benedetto, che d’estate tocca le 350.000 presenze circa, un bacino d’utenza molto importante?.
“Ringrazio l’amministrazione comunale di San Benedetto – dice Giuseppe Ficiarà presidente del basket club P.S.Giorgio, organizzatrice dell’evento d’intesa con la FIB – perché ha subito espresso entusiasmo alla nostra proposta di collaborazione. San Benedetto è stata la mia prima idea perché, oltre ad essere vicina a P.S.Giorgio, è una città sportiva ed è prima nelle Marche in quanto a turismo. Se tutto andrà bene e se ci sarà collaborazione, potrebbe diventare una tappa fissa per i tornei della Nazionale di basket negli anni a seguire?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.540 volte, 1 oggi)