ROMA – Secondo l’onorevole Paolo Cento, il biglietto elettronico per gli stadi e’ una vera e propria schedatura di massa che viola la privacy. L’esponente dei Verdi denuncia anche un possibile rischio di incostituzionalità per la norma proposta dal ministro Pisanu. “La sicurezza nei campi di calcio -continua Cento- andrebbe al contrario garantita coinvolgendo anche le tifoserie delle curve nella prevenzione degli episodi di violenza, o sperimentando forme innovative come quelle avviate a Udine?.

Fonte: ansa.it

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)