SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Giudice Sportivo di serie C nella giornata odierna ha deliberato le decisioni in merito alle gare play off e play out di serie C.
Nel C1/B teneva banco il ricorso della Samb Calcio dopo lo spiacevole episodio del pre-partita di Napoli (la sassaiola al pullman della squadra marchigiana, ndr); ebbene il Giudice Sportivo ha optato per respingere tale ricorso e dunque confermare il risultato scaturito dal campo (2-0). Multe, d’altro canto, sono state inflitte ad entrambe le società: al club azzurro è stata comminata un’ammenda pari a 3.200 euro, mentre al sodalizio rivierasco una di 500 euro.
Accolta dunque la memoria difensiva del Napoli, per la quale la regolare presenza in campo dei giocatori ospiti, ne testimonia il mancato turbamento psicologico.
La Samb Calcio farà ora appello alla Commissione Disciplinare. A tal proposito si stanno raccogliendo delle immagini televisive per documentare al meglio l’episodio incriminato.
Discorso a parte d’altro canto per la causa civile presentata nei confronti del Napoli per il “congruo risarcimento per danni materiali, fisici e morali”, visto che, naturalmente, avrà un exursus assolutamente indipendente dai ricorsi presentati in sede di Giustizia sportiva.
Per intanto il responsabile ufficio marketing e comunicazione, nonché figlio del presidente, Gabriele Mastellarini, si dice assai contrariato dal ‘verdetto’ emesso dal Giudice Sportivo: “Proveremo ora a ricorrere alla Disciplinare, ma siamo molto amareggiati per questa decisione e poco ottimisti che la vicenda abbia una conclusione a noi favorevole. Tra l’altro – aggiunge Mastellarini junior – la mancata squalifica del ‘San Paolo’ e la multa di 3.200 euro inflitta al Napoli contribuiscono a lasciarci molto perplessi. Lo scorso 26 marzo ci comminarono la diffida del campo ed un’ammenda di 5.000 euro per cose molto meno gravi. Si parla tanto, in questo periodo, di tolleranza zero, di pugno di ferro e di partite giocate a porte chiuse per sconfiggere la violenza, ma a quanto pare non serve a nulla. C’è grossa disparità nel trattamento delle varie società; fossimo stati il Milan, e non la Sambenedettese, credo che le decisioni adottate sarebbero state ben diverse?.
Segnaliamo infine che tra i giocatori squalificati nella divisione est, insieme a Cottini della Reggiana, risulta Julio Cesar Leon, fermato anche lui per una giornata. Ricordiamo che, stante il regolamento, l’honduregno sconterà la penalità il prossimo anno. Probabilmente, non con indosso la maglia rossoblù.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)