NERETO – Continua senza sosta il lavoro del Ris sulla villetta di Nereto, in cui il 2 giugno scorso sono stati uccisi Libero Masi e la moglia Emanuela Cheli. Ieri e oggi, informano i carabinieri di Teramo, il Reparto investigativo speciale ha lavorato per catalogare e rilevare impronte e tracce, e proseguirà fino a domani mattina.
E già domani, non appena il Ris avrà ultimato i rilevamenti, la villetta sarà sottoposta ad un’altra accurata perquisizione della polizia giudiziaria alla presenza del pm. Proseguono intanto gli interrogatori alle persone che avevano rapporti di qualsiasi tipo con le due vittime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)