NAPOLI – In tribuna è presenta anche Faustinho Canè, allenatore che a San Benedetto ricordano in quanto il suo nome è legato all’infausta retrocessione in Serie C2 nel campionato 1989-90. “Si tratta di una partita nervosa – dice Canè – che il Napoli è stato bravo a sbloccare subito con la bella azione di Pià. Dopo il gol non c’è stata più partita ma occorrerà soffrire ancora, e soprattutto stare attenti ad ammonizioni ed espulsioni. La Samb ha cercato di fare la partita con la tranquillità psicologica, ma l’ambiente di Napoli e la squadra l’hanno messa in difficoltà. L’arbitro anche oggi non è all’altezza della situazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)