SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da stamattina cinquanta imbarcazioni si contenderanno il Trofeo Challenger d’Altura “2° Memorial Ivan Giammarini?. Giammarini, uno dei fondatori del Circolo Nautico Sambenedettese, è stato anche il pioniere delle traversate adriatiche verso la Croazia.
L’evento è stato organizzato dal Circolo Nautico di S. Benedetto, dal consigliere Antonio Battistini , da Massimo Cipolloni direttore sportivo del Club Nautico Pescara, da Pierluigi Ciammaichella, presidente della Federazione Italiana Vela della zona di Pescara e dai direttori delle filiali della Banca San Paolo di Ascoli Piceno, Pescara, San Benedetto e Civitanova, sponsor principali dell’evento, in collaborazione con i figli dell’imprenditore scomparso, Gigi e Fabrizio. Tra gli altri organizzatori, il Circolo velico “Le grotte? di Grottammare e la Capitaneria di Porto di San Benedetto.
La regata che parte oggi da S. Benedetto, che copre la distanza di 140 miglia fino ad arrivarare allo scoglio di Pomo in Croazia, rientra in importanti circuiti velistici, come nel Circuito Picenum Cup giunto alla quarta edizione. Nella gara odierna verrà poi assegnata la prima “Coppa della Repubblica” all’imbarcazione vincitrice nella classe più numerosa ed il primo “Trofeo San Paolo”alla barca che taglierà il traguardo sambenedettese in tempo reale.
Al vincitore assoluto sarà asegnato un trofeo in bronzo rappresentante una vela spinta da Eolo, realizzato da Giancarlo Orrù, grande amico di Giammarini, mentre la famiglia regalerà all’equipaggio della barca che per primo doppierà la boa di disimpegno posta di fronte a Grottammare una quantità di cioccolata pari al peso del timoniere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 780 volte, 1 oggi)