Si è spento ieri 2 giugno Gioacchino Spinozzi, meglio conosciuto come Plinio. Era noto in città perchè ogni giorno attraversava il Centro per la consueta passeggiata, in compagnia del figlio Fernando. Era facile riconoscerli perche, oltre alla caratteristica unica che si individuava nel loro gioviale passeggio, sovente di poteva ascoltare il fischio inconfondibile ed unico che Plinio emetteva intonando pezzi d’opera e noti brani musicali. Plinio era stato oggetto di attenzione da parte di alcune associazioni culturali che gli avevano riconosciuto il merito di una vita spesa con amore e dedizione all’inseparabile figlio Fernando, il quale grazie a lui aveva potuto condurre un’esistenza assolutamente normale, nonostante l’handicap. In molti avrebbero voluto assegnarli un pubblico riconoscimento per l’alto esempio dato. Oltre ai familiari, addolorati per la sua scomparsa (i figli Annarita, Vincenzo, Fernando e Alceo) anche la città di San Benedetto perde una figura di elevato profilo morale. Alla recente rassegna letteraria organizzata dal Circolo dei Sambenedettesi la poetessa Luigina Costanzo aveva dedicato a Plinio e Fernando un bellissimo sonetto. I funerali si svolgeranno sabato 4 giugno alle ore 9.30 presso l’Abbazia di San Benedetto Martire.
Ci uniamo al dolore esprimendo le nostre sentite condoglianze ai familiari tutti ed in particolare al figlio Alceo e alla nuora Gabriella Ceneri, già assessore del comune di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 824 volte, 1 oggi)