SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il futuro dell’agente e rappresentante di commercio nel mondo del commercio e dell’Enasarco”. E’ questo il tema dell’incontro-dibattito che si terrà sabato prossimo alle 10, presso la sede della Confcommercio di S.Benedetto. L’appuntamento è stato presentato questa mattina dal presidente provinciale FNARC (Federazione Nazionale Agenti e Rappresentanti di Commercio), Tullio Luciani e dal presidente della delegazione sambenedettese FNARC, Antonio Sebastiani.
“Si tratta di un’iniziativa molto importante – ha spiegato Luciani – perché ci consentirà di avere un confronto diretto con i nostri referenti sindacali e di avviare un dibattito sulla figura dell’agente di commercio. Il nostro settore è in forte espansione. Basti pensare che sono 3.956 gli agenti iscritti alla Camera di Commercio di Ascoli Piceno. Dopo i problemi del passato, le cose ora volgono al meglio”.
“La professionalità – ha aggiunto Sebastiani – è divenuta ormai un aspetto indispensabile per l’agente di commercio. Chi non è iscritto al ruolo oggi è considerato un abusivo. La figura dell’agente e del rappresentante di commercio si è evoluta: oltre ad essere il responsabile della vendita sul territorio, l’agente è colui che dà consigli all’azienda, che individua e canalizza i singoli prodotti. Il nostro obiettivo è avviare più persone a questa professione”.
La crisi del commercio per Sebastiani “non è dovuta ai costi ma è causata da una mancanza di idee e di fiducia dei clienti”. Alla presentazione dell’incontro è interventuo anche il presidente della Confcommercio di S.Benedetto, Maria Angellotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.653 volte, 1 oggi)