NAPOLI – Il Napoli domani sarà in ritiro a Telese, nel Beneventano, per preparare al meglio la seconda semifinale contro la Sambenedettese. Sempre domani, nel pomeriggio, amichevole con la squadra Berretti del Benevento, occasione nella quale mister Reja avrà modo di sperimentare nuove soluzioni in merito soprattutto al reparto difensivo. Fuori Ignoffo per squalifica (due giornate; il Napoli ha già comunicato che non presenterà ricorso avverso la squalifica dell’ex Avellino), out probabilmente anche Scarlato – il forte difensore ieri si è di nuovo fermato dopo aver forzato i tempi di recupero dallo stiramento ai flessori della coscia sinistra; oggi si sottoporrà a risonanza magnetica, ma pare in forte dubbio per domenica – il tecnico di Gorizia dovrà letteralmente reinventarsi la difesa e non è certamente una buona notizia in virtù dei tentennamenti palesati al ‘Riviera’ da Giubilato e soci. Le ipotesi più probabili sono al momento due: Grava riadattato a centrale, a far coppia con Giubilato, con il conseguente arretramento sulla fascia sinistra di Montervino (al suo posto, a centrocampo verrebbe probabilmente inserito Montesanto); oppure la promozione a titolare di Accursi (sempre in coppia con Giubilato), il quale nelle Marche si è ben comportato. In questo caso Grava continuerebbe a ricoprire il ruolo di terzino.
Intanto da stamane, all’Azzurro Service, è terminata la dotazione di biglietti relativa a Napoli-Samb: domenica prossima le due squadre si contenderanno la finalissima play off di fronte all’imponente cornice di quasi 80.000 persone, tra le quali illustri ospiti come Careca, il fuoriclasse brasiliano è in Campania da eri sera, il difensore della Juve e della Nazionale Fabio Cannavaro e l’allenatore della Sampdoria Walter Novellino.
Non accennano infine a placarsi le polemiche relative ai presunti torti arbitrali perpetrati nei confronti del sodalizio azzurro, il quale si sente sottoposto ad un vero e proprio complotto. Ieri, a tal proposito, è stato firmato, su proposta dei consiglieri comunali Franco Moxedano e Ugo Raja, un ordine del giorno “per impegnare il sindaco di Napoli ad attivare tutti i possibili canali istituzionali affinché gli organi federali e la Lega nazionale di serie C garantiscano la massima attenzione al fine di consentire lo svolgimento della fase finale del torneo in un clima di serenità e di effettiva regolarità». I consiglieri hanno evidenziato la necessità di «evitare errori vistosi come quelli di domenica, che potrebbero determinare risultati penalizzanti, e di procedere nel segno della regolarità e del merito sportivo?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)