SAN BENEDETTO DEL TRONTO- *In questo guazzabuglio di notizie sui prossimi referendum, condite con molte sciocchezze e a volte con faziose bugie, mi viene da pensare a due dei sette doni dello Spirito Santo: l’Intelletto e la Fortezza.
L’Intelletto, cioè la capacità di “leggere dentro?, sotto le apparenze, senza lasciarci incantare da ciò che luccica. La Fortezza, cioè il coraggio di pensare, dire fare ciò che è buono, bello, vero, giusto, senza intrupparci dietro al “fanno tutti così?
Sono le parole che hanno animato un gruppo di volenterosi provenienti da varie associazioni, gruppi e movimenti della diocesi che, in silenzio, ma con competenza ed autorevolezza, percorrendo tutto il territorio diocesano, hanno portato e stanno portando chiarezza sui temi referendari legati alla legge 40/2004.
Siamo già stati a Montalto delle Marche, Montedinove, al Paese Alto di San Benedetto del Tronto, a Sant’Egidio alla Vibrata e zone limitrofe, a Comunanza e a Porto d’Ascoli; il 30 maggio saremo a San Benedetto del Tronto- zona nord , a Cupramarittima 1 giugno, a Martinsicuro e Colonnella il 3 giugno, a San Benedetto del Tronto (Marina di Sotto) il 6 giugno ed infine a Rotella il 10 giugno e a San Benedetto del Tronto (presso i Sacramentini) il 1 giugno .E’ previsto anche un incontro a San Benedetto del Tronto il 31 maggio con la partecipazione del Dott. Marchionni e il 3 giugno con l’intervento del Dott. Patriarca.
Animati dai doni precedentemente citati, Intelletto e Fortezza, abbiamo approfondito i temi referendari e vogliamo in maniera forte invitare tutti a NON ANDARE A VOTARE quale scelta legittima e consapevole contro un referendum sbagliato.
*Federico Pirri
Comitato Locale Scienza & Vita

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)