SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Associazione Internazionale dei Lions Clubs ha organizzato per Martedì 31 Maggio alle ore 17, presso l’Hotel Calabresi di San Benedetto del Tronto, il Convegno “Donare è vita? sul tema delle donazioni e dei trapianti d’organi. Questo incontro è il completamento di un ciclo che ha coinvolto in maniera particolare le Marche, che aveva avuto tra i fautori principali Loreto Ciofani, medico responsabile del service, scomparso da un mese, a cui è dedicato l’incontro. Interverranno dottori esperti in materia che daranno le loro testimonianze. Nell’ambito del convegno sarà allestito anche un Book shoop con le varie sezioni ADMO della provincia e della regione che offriranno a chi non ha dato il ancora il proprio consenso alle donazioni la possibilità di farlo.
Al termine dei lavori seguirà una conviviale.
“Lo scopo principale – afferma il governatore dei Lions, Giorgio Mataloni – della nostra associazione Lions, è creare e promuovere tra tutti i popoli un unico, grande club al mondo di servizio a 360°. Ci avviciniamo verso i bisogni umanitari con la finalità di servire con entusiasmo e concretezza, senza fare carità. La nostra funzione è sia propositiva verso gli enti e le associazioni sia d’intervento per supportare gli stessi ad intervenire nel sociale. La donazione d’organi ci ha sempre coinvolto, cerchiamo di far comprendere che vi è una estrema necessità di aiutare il prossimo?.
“Mi preme rilevare la grande sensibilità, per il nostro territorio – interviene il vicesindaco Pasqualino Piunti – di quest’associazione, che è la più grande del mondo con 1.500.000 di soci. I Lions sono spesso attivi nella politica sociale, in quella dei minori e in quella giovanile, contribuendo ad una crescita sociale nella veicolarizzazione di queste tematiche e che, sempre in modo propositivo, va a sensibilizzare una procedura, come quella delle donazioni, che l’amministrazione comunale sponsorizza in pieno?.
“Per noi la tematica del trapianto – afferma il dott. Ettore Pala, che si occupa di trapianti di reni – è fondamentale nella medicina del futuro sia per affrontare problemi di qualità sia per i problemi economici. Con le donazioni, qualità e risparmio vanno di pari passo. Ad oggi i trapianti da viventi stanno andando meglio di quelli da cadavere. Avremo al convegno per la prima volta, qui a San Benedetto, tutto il gruppo di trapianto di fegato e renale, che è stato costituito da poco all’ospedale Torrette di Ancona?.
“Verranno a San Benedetto – evidenzia il coordinatore del servizio, Giovanna De Angelis – persone da Ravenna e Termoli, liberi cittadini, soci Lions e personale paramedico. Nel logo del Convegno sono raffigurati due semplici segni, che hanno una significato filolologico; in pratica rappresentano il concetto della donazione. Ci sono due cuori simbolo dell’amore e sotto una mano, simile ad una colomba, simbolo del cristianesimo, che si protende per dare?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 670 volte, 1 oggi)