FERMO – La Tecno Riviera delle Palme C/5 è a metà dell’opera ma ha già compiuto un mezzo miracolo. Ribaltare il risultato negativo dell’andata contro il Fermo Grande Toro (2 – 3 al palasport “Speca?) non era cosa semplice eppure, con un grande cuore, senza mai mollare, i rossoblu sono riusciti nell’impresa, ottenendo la vittoria necessaria, con due reti di scarto, fondamentale per non retrocedere ed approdare alla finale play-out del campionato di calcio a 5, Serie C1.
Questa volta la partenza dei rivieraschi è stata bruciante: dopo pochi minuti di gioco Di Battista prima coglieva la traversa e poi realizzava la prima rete del match. Verso la metà della prima frazione di gioco, arrivava la seconda rete della Tecno, ad opera del capitano Leonardo Grossi, a conclusione di una bella discesa sulla fascia. Tuttavia, proprio allo scadere, arrivava la prima rete dei padroni di casa, che riapriva i giochi.
L’inizio della seconda frazione era tragica per la Riviera: il Fermo prima pareggiava e poi si portava in vantaggio. Un duro colpo da digerire che avrebbe messo definitivamente KO molte formazioni…ma non la Tecno. Grossi & c. non demordevano ed agguantavano il pareggio con Palmisio…ma non era abbastanza. A cinque minuti dalla fine, con il risultato ancora in parità, le speranza di salvezza dei rossoblu erano appese ad un filo ma i granata commettevano il sesto fallo e Di Battista, da tiro libero, realizzava la rete della speranza, riportando in vantaggio la Riviera delle Palme. E proprio allo scadere arrivava il goal ‘salvezza’, grazie allo stoico Arcangelo Grossi, con un preciso diagonale che gonfiava la rete ed affossava un Fermo incredulo.
Il verdetto finale sancisce quindi l’amara retrocessione per il Fermo Grande Toro (soprattutto per come si erano messe le cose, con una vittoria oramai in pugno) ed allo stesso tempo proietta la Tecno verso la finale play-out che decreterà la formazione che rimarrà in Serie C1 (contro la vincente dello scontro tra l’Helvia Recina Recanati ed il Porto San Giorgio).
Nel frattempo i ragazzi di mister Aureli si godono l’impresa, senza dimenticarsi che si è ancora a metà dell’opera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.007 volte, 1 oggi)