COMUNANZA – Finite le vacanze, ecco che la complessa macchina organizzativa del Comitato Torneo dei Sibillini si riaccende per la XII edizione. A dire il vero oramai da qualche anno a Comunanza gli organizzatori lavorano tutto l’anno per far sì che l’organizzazione generale dell’evento sia sempre eccellente ed anche l’edizione 2005 sarà foriera di successo. Un fiore all’occhiello per la zona dei Sibillini. L’unica vera manifestazione capace di veicolare il nome dei vari paesi ospitanti all’estero, tant’è vero che nelle università americane spesso si parla di questa manifestazione e di questi bellissimi paesaggi grazie anche a servizi su portali internet. Quindi un evento che esporta l’Italia, in questo caso il comprensorio dei Sibillini e l’intero Piceno nel mondo.
Come già lo scorso anno la manifestazione è stata anticipata di una settimana, la cerimonia d’apertura sarà domenica 26 giugno mentre la finalissima è prevista per sabato 2 luglio. Sono tanti i comuni dell’arco montano che hanno richiesto la partecipazione ospitando delle gare, per ora il presidente Gaetano Chioma, sta valutando tutte le proposte. Comunanza paese ospitante, quest’anno mette a disposizione 3 campi, due al coperto e l’arena all’aperto che ha visto la disputa di 10 finali, segue Montemonaco altro storico partner dell’evento, poi Montefortino, Montefiore e Rubianello.
Dal punto di vista prettamente tecnico il direttore del torneo Pietro Antonelli ha confermato due gironi da 4 squadre con quarti, semifinali e finale. Tutte le squadre saranno composte da atlete under 20 con due over che potranno essere nel sestetto iniziale. Già confermata la presenza di 6 squadre. Dai sempre presenti ungheresi del Vasas Budapest che saranno nelle Marche già da giovedì 23 giugno, ai non meno assidui dello Sk Up Olomouc della Repubblica Ceca. La squadra ceca guidata da Jiry Teply è stata per tre volte finalista ma non è mai riuscita a salire sul gradino piu’ alto (nel 98’ furono battuti dal Postar Belgrado, poi nel 99’ dal Cska Indesit Mosca, e lo scorso anno un secco 3-0 contro Slavia Bratislava).
Poi Postar Belgrado e Slavia Bratislava. La squadra slovacca è la campione in carica, vero e proprio rullo compressore negli ultimi: ha vinto le ultime tre edizioni. Per gli USA si avrà la partecipazione della Volleyhut.com di Tim Kelly, che schiererà le migliori atlete dei college americani. Altra compagine a stelle e strisce, la Cornell University New York capitanata dalle sorelle Katy ed Erin Virtue: questa squadra potrebbe essere la sorpresa finale. Mancano ancora due conferme ma si sta lavorando per ospitare qualche squadra di grido. Non è escluso che arrivi la partecipazione di una italiana di serie A. Intanto a meno di un mese i ragazzi del Movimento Giovanile guidato la Luca Laurenzi ha cominciato i lavori per l’allestimento dei campi da gioco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.210 volte, 1 oggi)