SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’on. Scaltritti risponde seccamente a chi lo ha ‘tirato in ballo’ nelle ultime vicissitudini politiche della maggioranza. “Escludo ogni mio coinvolgimento nelle vicende politiche locali. In particolare, smentisco le voci che attribuiscono la responsabilità dell’assenza di Forza Italia al vertice della maggioranza, svoltosi martedì sera, a presunti attriti che io avrei avuto con alcune forze della coalizione. Non c’è nulla di vero”.
Il deputato: “Ho scelto di occuparmi esclusivamente del mio incarico di deputato, per questo trovo assurdo che si possa solo pensare all’idea che io abbia influenzato in qualche modo i rapporti interpersonali tra gli esponenti della maggioranza”.
“L’unico mio impegno – conclude Scaltritti – è stato quella di sollecitare un incontro tra le forze della maggioranza, per favorire la soluzione della crisi attuale”.
Ci è sembrato molto sincero lo sfogo di Scaltritti che attualmente si trova a Roma impegnato a risolvere l’annoso problema della statale 16, in attesa della sospirata variante collinare. Sappiamo per certo che oggi ha avuto un incontro importante con il presidente dell’Anas Pozzi. Quasi sicuramente l’intervento del parlamentare forzista porterà al finanziamento di 200 mila euro per il tratto sambenedettese dell’Adriatica. Infatti l’intervento dello Stato sul manto stradale per risolvere il problema del rumore è finanziato esclusivamente per Comuni con meno di 15 mila abitanti come per esempio Grottammare e Cupra. San Benedetto avrà invece il finanziamento perchè considerata come campione di una soluzione tuttora nella fase sperimentale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 664 volte, 1 oggi)