SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che Luigi Ursini fosse il decano degli allenatori sambenedettesi, è cosa nota. Che lo fosse anche a livello italiano e forse, relativamente al solo settore giovanile, anche a livello europeo o mondiale, forse nessuno lo immaginava.
Lo scorso 21 maggio infatti Luigi Ursini, allenatore della U.S. Folgore dal 1954, è stato premiato dal presidente Franco Carraro presso l’Aranpark Hotel di Roma, alla presenza di Luigi Agnolin, per i cinquant’anni di militanza quale allenatore delle squadre giovanili. Carraro, rilasciando il premio ad Ursini, si è detto ammirato per il primato, unico in Italia, di una società che per cinquant’anni consecutivi ha disputato esclusivamente campionati giovanili.
“Nella sua lunga storia – ha spiegato il ‘mister’ – la Folgore ha vinto circa 150 campionati e tornei giovanili, avvalendosi di circa 14-15.000 piccoli calciatori. Abbiamo ceduto circa 120 calciatori a società calcistiche che militavano dalla Serie D alla Serie A, senza dimenticare quelli passati a squadre di campionati inferiori.?
Il riconoscimento dato da Carraro è l’ultimo per la carriera di Luigi Ursini, che già nel 1961 aveva ottenuto il patentino di allenatore a Coverciano ma che poi ha preferito continuare ad allenare i ragazzi sambenedettesi. Da segnalare, comunque, le esperienze alla Samb, nel 1961-62, e soprattutto quelle successive a Ferrara, con la grande Spal del Presidente Mazza, maestro di vita e di calcio.
Attualmente Ursini continua ad allenare i giovani della U.S. Folgore, che, con le loro casacche biancoverdi, si ritrovano quotidianamente presso il campo sportivo di Santa Lucia. Sono circa 70 i ragazzi tesserati nelle categorie Pulcini, Esordienti e Allievi. Giovani che traggono insegnamento da quest’uomo che, se gli si chiede perché adesso ci sono meno calciatori di classe rispetto ad un tempo, spiega che “ai bambini viene insegnato solo a correre, mentre i miei ragazzi devono imparare a calciare con entambi i piedi fin da piccoli”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 877 volte, 1 oggi)