SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Termina la scuola, ma non la possibilità, per gli studenti, di utilizzare – dietro una modesta integrazione economica di soli 20 euro – gli abbonamenti autobus per continuare a circolare lungo la rete regionale, urbana ed extraurbana, durante il periodo estivo (dalla chiusura dei plessi, fino all’inizio del nuovo anno scolastico: il 12 settembre, per le medie superiori). Sarà così possibile spostarsi alternando mezzi urbani a quelli extra urbani e raggiungere le località balneari dai centri dell’entroterra. Magari utilizzando le nuove corse temporanee estive, istituite in numero limitato, dirette verso la costa, con un costo suppletivo di pochi euro (27, invece che 20 per le linee annuali).
L’iniziativa, promossa dalla Regione Marche, in collaborazione con le Province e i gestori dei servizi di trasporto locale, è stata avviata lo scorso mese e gli studenti hanno iniziato a premunirsi, in vista dell’estate.
Ma c’è ancora tempo per estendere la validità del proprio abbonamento: basta recarsi presso gli sportelli dei vari gestori e pagare l’integrazione. Una scelta che la Regione invita a fare, sia per l’indubbio vantaggio che ne deriva ai ragazzi, sia per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico, in particolare in vista della prossima stagione estiva.
“Con questa iniziativa – sottolinea l’assessore ai Trasporti, Pietro Marcolini – la Regione intende promuovere i mezzi pubblici tra i più giovani, facendo scoprire loro che l’autobus non serve solo per andare a scuola, ma può essere comodamente utilizzato nel tempo libero, lasciando a casa il motorino?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 726 volte, 1 oggi)