SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sfida impari. Così la dipingono i più. Sul campo, ma pure sugli spalti. Da un lato una società con alle spalle una città di un milione di abitanti, dall’altro un ex borgo marinaro di appena 45.000 anime; di là il nome, il blasone, il peso specifico dell’ex S.S.C. Napoli, adesso Soccer, a sancire una simpatia mai taciuta del neopresidente De Laurentiis per l’America, di qua la sorprendente Sambenedettese targata Mastellarini-D’Ippolito; da una parte il ‘mito’ della Curva B – non esageriamo, in virtù dell’epopea vissuta, insieme alla Sud romanista, negli anni Ottanta – degna compagna di viaggio del Napoli di Maradona e soci, dall’altra la sempreverde passionalità dell’Onda d’Urto 1977, gruppo leader della Nord rivierasca, che ha sofferto, è caduto, ma si è sempre rialzato più forte di prima.
Ancora: l’ipotetica ‘bilancia’ dei numeri del tifo pende naturalmente dalla parte azzurra: oltre 38.000 spettatori di media al ‘San Paolo’ (con il record di C di tutti i tempi abbattuto la sera del 7 febbraio, quando ad assistere a Napoli-Reggiana furono in 62.058) contro gli appena 4.000 dell’impianto marchigiano.
Alla luce di tutto questo, si può competere con il ‘colosso’ partenopeo? Lo abbiamo chiesto a Livio Righetti, presidente del Centro Coordinamento Club, nonché una delle icone del tifo sambenedettese.
“Come calore possiamo senz’altro competere – ‘attacca’ sicuro Livio – in quanto a presenze invece non c’è storia. Il grande tifo dei tifosi di casa nostra è conosciuto in tutta Italia, quindi qui nelle Marche, domenica prossima, ci faremo rispettare. Avremo, credo, la meglio sui nostri avversari in curva sud”.
Avversari che però nel corso dell’attuale stagione stanno attuando una feroce e indefessa contestazione al ‘palazzo’, Franco Carraro su tutti. Il cruccio è, in virtù anche delle parole del direttore sportivo napoletano Pierpaolo Marino (“Ringrazio i tifosi per tutto quello che hanno fatto in questo campionato. Mi auguro che lo stesso buon atteggiamento lo possano tenere nei play off, magari contando anche sull’appoggio del gruppo 1926”): continuerà pure nel corso degli spareggi promozione, oppure gli ultras partenopei metteranno da parte astio e rancore nei confronti del numero uno del calcio italiano, per sostenere al massimo la causa di Fontana e compagni? Dalla Campania rimbalzano notizie confortanti per la squadra allenata da Edy Reja.
“Saranno molti di più della partita di campionato, questo è sicuro, per quel che concerne il comportamento che adotteranno, ritengo che almeno in parte proseguiranno sulla linea intrapresa”.
Contestazione sì, contestazione no, quello di cui siamo sicuri è lo spettacolo di colori e di cori che proverranno dalle due fazioni, pronte a fronteggiarsi, folkloristicamente parlando, come lo scorso 26 marzo. Si annuncia un ‘Riviera’ agghindato a dovere. Si riuscirà nell’impresa di fare ancora meglio del turno prepasquale, quando la ‘Cioffi’ si coprì dell’immenso bandierone con logo e scritta griffati Ultras Samb?
Righetti, a tal proposito, pare non avere dubbi: “La curva sta preparando una scenografia eccezionale, mentre i distinti, non potendo contare su un’organizzazione simile alla nostra, si arrangeranno. Quanto alla tribuna, occorrerà vedere i mezzi e la disponibilità del Centro Coordinamento, nel senso che se potremo daremo una mano per colorare anche questo settore dello stadio. Nei limiti delle possibilità aiuteremo un po’ tutti”.
Uno stadio a festa e speriamo, per una volta, pieno come un uovo. “Lo zoccolo duro della tifoseria – annuisce il presidente del CCCN – quest’anno ha sempre risposto presente, in casa e fuori, semmai è mancata la città. Mi appello a questa componente affinché domenica prossima accorra più gente possibile al ‘Riviera’ per dare una mano a questi ragazzi che ci hanno regalato il massimo e ad una società che ha dato tanto, partendo, non dimentichiamocelo, dal nulla”.
Infine Livio Righetti, da noi sollecitato, si lascia andare a considerazioni concernenti le questioni del campo. “Fermo restando che per noi sarà comunque un successo, in relazione anche all’incasso e alla visibilità che il Napoli porterà a tutta la città, credo che questa Samb, in casa, possa battere la compagine di Edy Reja: abbiamo un buon potenziale in avanti e soprattutto possiamo fare leva sulla freschezza atletica e sulla ‘fame’ dei nostri giovanotti. Loro sono invece una squadra vecchia, come età, potrebbero alla distanza calare fisicamente”.
“Eppure – Righetti conclude con un pizzico di ‘veleno’ – quello che temo di più non è il Napoli, ma la Lega e l’arbitro. Mi auguro che non succeda quello che abbiamo visto due anni fa a Pescara, oltre ad auspicare una direzione di gara migliore di quella vista al ‘San Paolo’ lo scorso novembre (diresse Gava di Conegliano, ndr). Confidiamo insomma in un arbitraggio serio e corretto, in modo tale da giocarcela alla pari”.
Che sia allora una sfida alla pari. Sul campo e sugli spalti.
BORSINO ROSSOBLU’. Mentre la società ha imposto ai propri tesserati il silenzio stampa – i giocatori rossoblù potranno parlare solo domenica prossima, al termine della sfida del ‘Riviera’, e il 5 giugno, dopo la partita di ritorno – il gruppo continua ad intraprendere le tappe di avvicinamento alla prima semifinale play off. Nella mattinata di oggi Colonnello e soci si sono allenati in palestra, mentre nel pomeriggio hanno curato la parte atletica all’Ama-Aquilone di Pagliare del Tronto. Out Pompei, Leon ha svolto il solito lavoro differenziato. Sale l’apprensione per le condizioni dell’honduregno, sul cui eventuale utilizzo contro il Napoli verranno fugati tutti i dubbi solo all’immediata vigilia dell’incontro. Nell’amichevole contro l’Elpidiense in programma domani pomeriggio (alle 16, sempre all’Ama Aquilone) vedremo quali soluzioni adotterà mister Ballardini per sopperire ad un’eventuale assenza del sudamericano, anche se le ipotesi più probabili inducono a pensare allo spostamento sulla corsia destra di uno tra Cigarini (come avvenne, con buon profitto, in quel di Sora) e Da Silva, quest’ultimo completamente ristabilito dopo l’intervento al metacarpo della mano sinistra.
PREVENDITA. Il sodalizio di Viale dello Sport ha reso nota la concessione della prevendita per le tribune laterali anche presso la tabaccheria di Silvio Marchionni, in via Ischia 193/195 a Grottammare.
SPONSOR. Oltre al marchio “Riviera delle Palme” le maglie della Samb, in occasione delle sfide con il Napoli, conterranno anche il logo della Industriale Sud Italia, azienda teramana che produce componentistica per Mercedes, Bmw e Volkswagene e che già era apparsa sulle maglie della Samb in occasione della vittoriosa trasferta di Foggia, all’inizio del campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 872 volte, 1 oggi)