ASCOLI PICENO – La Guardia di finanza di Ascoli Piceno ha denunciato 11 persone e sequestrato 71 apparecchi per videopoker non conformi con le leggi. Sono stati 26 gli esercizi commerciali controllati dal 17 al 19 maggio scorsi, in 17 sono state verificate irregolarità nelle macchinette, tanto che ne sono state sequestrate 71.
Tra i denunciati ci sono sia esercenti che gestori, i quali, secondo la Finanza, si sarebbero divisi a meta’ una ‘torta’ di circa 9.000 euro a macchinetta. I sequestri e le denunce hanno riguardato Ascoli, Fermo e San Benedetto. Secondo le Fiamme gialle, alcune macchinette consentivano di accumulare crediti che, invece di permettere il semplice prolungamento della partita, venivano trasformati in vincite in denaro da parte degli esercenti, in base alle puntate del giocatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 961 volte, 1 oggi)