SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Prosegue con grande successo la stagione concertistica organizzata dalla Gioventù Musicale d’Italia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di S. Benedetto.
Venerdì 27 maggio alle 21,15, presso l’Auditorium della Biblioteca comunale, sarà la volta del pianista Olaf John Laneri, vincitore del 2° Premio (1° non assegnato) al Concorso Busoni del ’98 e vincitore, successivamente, del Concorso di Montecarlo del 2001.
L’affermazione in questi due prestigiosi premi internazionali ha imposto Laneri come uno dei più grandi pianisti della sua generazione. Olaf John Laneri nasce a Catania e qui inizia, all’età di sette anni, i suoi studi musicali con A.M.Ritter. Consegue il diploma con lode e menzione al Conservatorio di Verona sotto la guida di L. Palmieri; prosegue, quindi, la sua formazione artistica a Bolzano con N. Montanari e all’Accademia Pianistica di Imola, dove studia con P. Rattalino, R. Risaliti, e F. Scala, e dove si diploma come Master nel settembre del 1998. Dopo diverse vittorie in competizioni nazionali, risulta laureato ai concorsi internazionali di Monza, di Tokyo e di Hamamatsu.
Nell’estate del 1998 vince la cinquantesima edizione del prestigioso concorso “F. Busoni” di Bolzano (secondo premio ‘con particolare distinzione’; il primo premio non viene assegnato), dove già l’anno precedente si era segnalato tra i finalisti; e nel 2001 ottiene il II premio al World Music Piano Master di Montecarlo. Le sue Variazioni di Brahms sopra un Tema di Paganini è l’unica esecuzione di un italiano inserita nel CD pubblicato per festeggiare il Cinquantesimo del concorso Busoni. È invitato a suonare, come solista e con orchestra (Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, l’Orchestra dell’Arena di Verona, con la Symphony Orchestra di Tokyo, con l’Orchestra Filarmonica di Montecarlo e con l’Orchestra della Radiotelevisione Slovena), per rinomate stagioni in Italia e in Europa. Ha suonato al Festival di Brescia e Bergamo, Teatro Bellini di Catania, ISU-Bocconi di Milano, alla Sagra Malatestiana di Rimini, al Festival della Ruhr, alla Herkulessaal (recital registrato dalla radio tedesca) e al Gasteig di Monaco, alla Salle Gaveau e per Radio France a Parigi, in Salle Molière a Lione, al Festival Paderewski e al Festival Chopin in Polonia, all’Opéra di Montecarlo. È stato invitato a suonare all’inaugurazione della Biblioteca della Sala Borsa di Bologna, e a Berlino per la chiusura della mostra dedicata ai disegni (per la prima volta riuniti) di Botticelli sulla Divina Commedia di Dante. Il suo repertorio comprende l’intero corpus delle Sonate di Beethoven. Dopo averne affrontato più di una ventina in recital e prendendo parte a varie integrali, per la GMI, gli Amici della Musica di Verona e Foligno, per il Tirolerfestspiele in Austria (ha inoltre partecipato, assieme ad altri pianisti, alla registrazione di tutte le sonate per la casa discografica Azzurra), le sta presentando tutte a Bologna a partire dalla passata stagione 2004-2005. Il programma che verrà proposto prevede la famosa e bellissima Sonata op. 101 di Beethoven, brani di Chopin e di Ravel una Sonatina e il più famoso Gaspard de la nuit.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 1 oggi)