CUPRA MARITTIMA – Nell’ambito dei progetti per il recupero del borgo medievale di Marano, l’Amministrazione comunale di Cupra ha approvato un piano in cui viene destinata un’area per la costruzione di abitazioni, che rispettando fedelmente le strutture precedenti, siano destinate a cooperative di giovani coppie. La proposta è già stata approvata dall’arch. Luciano Garella, Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche, come è emerso da un incontro tenutosi giovedì (12 Maggio) tra il Sindaco Giuseppe Torquati ed appunto il Soprintendente architetto Garella alla presenza del responsabile dell’ufficio urbanistica Giuseppe Papetti.
Il progetto, nelle intenzioni del Sindaco prof. Giuseppe Torquati, nasce dall’esigenza di non fare diventare il centro storico un luogo di seconde case o di residenze estive ma che sia abitato stabilmente da giovani famiglie, e prevede la costruzione di circa 12 appartamenti per far sì che il vecchio incasato possa arrivare almeno a 30–40 famiglie. “Studieremo un bando affinché possano partecipare alla destinazione di dette aree giovani coppie – ha detto il sindaco Torquati – che, però, ha aggiunto: “Ci terrei a sottolineare che questo nostro progetto non vuol dire costruire ex novo ma ricostruire fedelmente ciò che già c’era e che gli architetti Donatella Forconi e Roberta Angelici hanno ritrovato, con grosso impegno, negli archivi storici. La promessa del Soprintendente architetto Garella – ha concluso il primo cittadino Torquati – è stata che, nel giro di 10 giorni, l’autorizzazione perverrà a questa Amministrazione che, a quel punto, sarà in condizione di portare il piano al Consiglio Comunale per la ratifica definitiva?.
Quest’idea va ad aggiungere un ulteriore tassello alle varie opere di recupero che si sono succedute in questi anni, infatti dopo che nel settembre 2004 è stato portato a termine il primo stralcio di lavori con il rifacimento degli impianti tecnici, la pavimentazione stradale, il consolidamento del versante est e la riqualificazione degli spazi urbani, adesso si sta ultimando il secondo stralcio di lavori nel quale era previsto il rifacimento della pavimentazione nelle vie interne e della pubblica illuminazione. I lavori di recupero del centro storico sono diretti dagli architetti Forconi e Angelici, nonché dall’ing. Pietro Montenovo responsabile dei lavori pubblici del Comune, e come ha precisato il sindaco Torquati: “Hanno seguito due diverse direzioni: da un lato rendere vivibile il borgo, dall’altro far sì che il centro rimanga curato nei particolari. In questo senso sono stati al centro dell’interesse la tenuta degli orti, i tipi di finestratura, le recinzioni?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.141 volte, 1 oggi)